All Things to All Men film

Thriller britannico del 2013, All Things to All Men ha segnato il debutto alla regia di George Isaac, il quale ha dimostrato buone doti nel padroneggiare tale genere. Con una sceneggiatura scritta di suo pugno, egli dà così vita ad una storia particolarmente complessa, all’interno della quale si avvicendano personaggi di ogni tipo, tra insospettabili cattivi e controversi buoni. Si arriva così a parlare di una tematica da sempre ricca di grande fascino, ovvero il confine tra bene e male, con entrambi i territori qui esplorati attraverso una serie di eventi particolarmente dinamici.

 

L’idea di un’opera di questo tipo venne ad Isaac nel momento in cui non riusciva a trovare nessuna sceneggiatura che lo convincesse a debuttare come regista. Si decise a quel punto a scrivere una propria storia, supportato anche dal suo amico produttore Pierre Mascolo. Il film prese così vita, venendo girato interamente nella città di Londra con un budget particolarmente esiguo. Questo si aggira infatti intorno ai 3 milioni di sterline, nonostante vanti dalla sua un cast composto da alcuni celebri nomi della recitazione di provenienza internazionale. Sono proprio questi, inoltre, a conferire al film tutto il suo carisma.

Poco noto in Italia, All Things to All Men arrivò qui direttamente in home-video, conquistando una buona fetta di spettatori amanti del genere. Con il suo passaggio in televisione si presenta ora l’occasione per riscoprire il film. Prima però, può essere utile conoscere ulteriori dettagli sulla trama e sul cast del film, come anche le piattaforme dove poter rivedere il titolo tramite noleggio o acquisto. Proseguendo nella lettura sarà possibile scoprire tutto ciò.

All Things to All Men: la trama del film

Ambientato in una cupa Londra, il film si apre con l’arresto di Mark Corso, figlio del potente boss criminale Joseph, da parte del poliziotto corrotto Parker. L’agente incontra poi proprio Joseph e gli riferisce dell’arresto del figlio, proponendogli però un accordo: se lui assolderà un esperto rapinatore per un colpo, verrà chiuso un occhio a favore di suo figlio Mark. Il boss, a quel punto, accetta la proposta, e decide di affidare la rischiosa missione ad uno dei suoi ladri più abili ed esperti. Si tratta di Riley, il quale però viene tenuto all’oscuro dei grandi giochi di potere che si agitano sopra di lui.

La rapina si rivela però più complessa del previsto, e necessitando di alcuni codici segreti di accesso egli dovrà fare affidamento a tutte le sue risorse per trovarli. Allo stesso tempo, però, i sospetti sui traffici illeciti di Parker aumentano, specialmente nel suo collaboratore più stretto Dixon. Questi, infatti, inizia a sospettare che i piani del suo superiore nascondino qualcosa di più grosso di quello che egli lascia intendere. Ben presto, le strade di tutti si incroceranno in modo tragico, portando a scontri e risvolti inevitabili. Bene e male si confonderanno, e per Riley diventerà sempre più difficile capire di chi potersi fidare.

All Things to All Men cast

All Things to All Men: il cast del film

Per dar vita ai personaggi del suo film Isaac ha condotto numerose ricerche, intenzionato a trovare i migliori volti possibile per i ruoli principali. Elemento fondamentale, infatti, era far acquisire a questi un carisma speciale, che potesse far appassionare gli spettatori alle loro vicende. Per il ruolo del ladro Riley, infine, è stato scelto l’attore Toby Stephens. Oggi noto in particolare per la serie Black Sails, per dar vita al personaggio egli si sottopose ad un lungo allenamento fisico, grazie al quale ha poi potuto personalmente dar vita alle principali acrobazie presenti nel film. Accanto a lui, nel ruolo del corrotto poliziotto Parker, vi è invece l’attore Rufus Sewell.

Celebre per il ruolo di Frank Frink in L’uomo nell’alto castello, Sewell raccontò in seguito di essersi documentato molto sull’attività della polizia di Londra, così da poter risultare più realistico nella sua interpretazione. Nome di grande spicco è invece quello di Gabriel Byrne, il quale interpreta qui il boss criminale Joseph Corso. Questi era divenuto particolarmente celebre nel 1995 grazie al ruolo del protagonista Dean Keaton in I soliti sospetti. Nel film è poi presente l’attrice Elsa Pataky, celebre per la saga di Fast & Furious, che interpreta qui il personaggio di Sophia Peters. Leo Gregory, infine, noto grazie a diverse serie TV, è invece l’interprete di Dixon, il poliziotto che inizierà a nutrire sospetti sulle attività di Parker.

All Things to All Men: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Per gli appassionati del film è possibile fruire di All Things to All Men grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Il film è infatti disponibile nel catalogo di Rakuten TV e Chili Cinema. Per vederlo, basterà sottoscrivere un abbonamento generale o noleggiare il singolo film. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si ha soltanto un determinato periodo di tempo entro cui vedere il titolo. Il film sarà inoltre trasmesso in televisione il giorno venerdì 4 dicembre alle ore 21:00 sul canale 20 Mediaset.

Fonte: IMDb