Atto di forza film

Oltre a titoli di stampo erotico come Basic Instinct ed Elle, il regista Paul Verhoeven ha nel corso della sua carriera dato vita ad alcune tra le più celebri pellicole di fantascienza di sempre, da RoboCop a Starship Troopers – Fanteria dello spazio, passando per il celebre Atto di forza (titolo italiano di Total Recall). Arrivato nei cinema nel 1990, è questa una delle pellicole di fantascienza più celebri e apprezzate decennio, nella quale si ritrova anche molta azione, risvolti thriller e profonde riflessioni su tematiche come l’affidabilità dei propri ricordi, l’identità e il colonialismo sfrenato.

 

Prima che il film riuscì a prendere vita, però, passarono diversi anni, durante i quali la sceneggiatura venne scritta e riscritta, con continui cambi di regista e tra gli attori protagonisti. Il progetto doveva infatti inizialmente essere diretto da David Cronenberg, il quale però perse ben presto entusiasmo verso il progetto. Il film, tratto da un racconto breve di Philip K. Dick dal titolo Ricordiamo per voi, è in realtà solo ispirato a questo, poiché dopo oltre quaranta versioni della sceneggiatura le differenze tra le due opere erano ormai numerose. Il progetto riuscì infine a prendere vita grazie all’interesse di Arnold Schwarzenegger.

Nonostante gli iniziali problemi, Atto di forza godé di una massiccia promozione che lo portò ad essere uno dei maggiori successi del suo anno. Ancora oggi è considerato uno dei migliori film di fantascienza di sempre, un titolo che ha fatto scuola e vanta ancora una profonda influenza sul genere. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e alla sua spiegazione. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Atto di forza: la trama e il cast del film

Ambientato nel 2084, il film ha per protagonista Douglas Quaid, un operaio edile annoiato che sogna di visitare Marte, pianeta ormai colonizzato dall’uomo. Per soddisfare tale desiderio, si reca alla Rekall, un’azienda che impianta falsi ricordi nel cervello delle persone, al fine di provare il brivido di essere stato su Marte senza doversi realmente recare lì. Ma qualcosa va storto durante la procedura e Quaid scopre che tutta la sua vita è in realtà un falso ricordo e che le persone che gli impiantato questo nella sua testa ora lo vogliono morto. Per lui ha dunque inizio una fuga durante la quale dovrà scoprire chi realmente egli sia.

Atto di forza cast

Come anticipato, ad interpretare il ruolo del protagonista Douglas Quaid vi è l’attore Arnold Schwarzenegger. Questi chiese di poter prendere parte al film in quanto affascinanto dall’idea dei viaggi virtuali. Fu poi proprio Schwarzenegger a scegliere Verhoeven come regista, essendo rimasto colpito dal suo RoboCop. Ad interpretare sua moglie Lori vi è invece l’attrice Sharon Stone, la quale sembra però che non andasse molto d’accordo con Schwarzenegger, il quale però la ammirava per la sua dedizione nei confronti del personaggio. L’attrice Rachel Ticotin interpreta invece la guerriera marziana Melina.

Ronny Cox è Vilos Cohaagen, governatore della colonia marziana, mentre Michael Ironside è Richter, il braccio destro di Cohaagen. Egli avrebbe dovuto recitare nel film RoboCop, ma a causa di contrattempi ciò non avvenne. Verhoeven non dimenticò però l’attore e lo ritenne perfetto per incarnare il duro Richter. L’attore Marshall Bell interpreta invece Kuato, il leader mutante della resistenza marizana. Per tale personaggio egli dovette sottoporsi anche ad un esteso lavoro di trucco che arrivava a coprirgli l’intero corpo. Nel film compare anche Dean Norris, l’Hank Schrader di Breaking Bad, qui nei panni del marziano Tony.

Atto di forza: la spiegazione del film e le differenze con il libro

Il tema principale di Atto di forza è legato alla domanda se le esperienze di Quaid siano reali o solo un sogno indotto dal suo fallito impianto di memoria alla Rekall. Alla fine del film risulta ancora difficile dare una risposta a tale quesito, in modo molto simile a ciò che avviene sul finale di Blade Runner, un altro film tratto da un’opera di Dick, dove la natura del protagonista è quantomai enigmatica. Data quest’incertezza, Atto di forza si configura come un’opera che solleva riflessioni sulla capacità di manipolare i ricordi e la percezione delle persone, una pratica tutt’altro che estranea ai media odierni.

Per quanto riguarda il suo rapporto con il racconto di Dick, invece, il film vi rimane parzialmente fedele, cercando più che altro di rendere maggiormente realistici alcuni aspetti giudicati troppo fantascientifici. Verhoeven e i produttori, infatti, volevano che il mondo del film fosse effettivamente realizzabile anche nella realtà e si preoccuparono dunque di presentare ciò in modo credibile. La prima parte del film rimane dunque simile a quanto descritto da Dick, ma è dalla seconda metà in poi che subentrano significative differenze. Il film finisce infatti per concentrarsi su quanto avviene su Marte, sviluppando dunque una storia abbastanza diversa ma con alla base gli stessi temi.

Atto di forza remake

Atto di forza: il sequel e il remake

Dato il successo del film, l’intenzione dei produttori era quella di realizzare un sequel tratto da un altro dei racconti di Dick contenuti nell’antologia Rapporto di minoranza e altri racconti. Il sequel avrebbe dovuto essere basato proprio su Minority Report, con Quaid che avrebbe portato sulla terra da Marte alcuni mutanti, i quali grazie alle loro facoltà precognitive sarebbero stati in grado di prevenire i crimini prima che questi accadessero. Il progetto non ottenne però il via libera, ma il soggetto scritto è stato poi ripreso e parzialmente modificato per il film Minority Report, diretto da Steven Spielberg.

Al posto del sequel mai realizzato, nel 2012 è invece arrivato in sala un remake dal titolo Total Recall – Atto di forza. Questo, pur rimanendo in linea di massima fedele al film originale, presenta alcune differenze, come l’assenza dei viaggi su Marte, e si distacca ancora di più dal racconto di Dick. Ad interpretare il ruolo che fu Schwarzenegger vi è l’attore Colin Farrell. Pur affermandosi come un buon successo commerciale e apprezzato per alcuni aspetti, come gli effetti speciali, questo è considerato inferiore rispetto all’originale, specialmente per via delle tematiche che non emergono con la stessa forza e lucidità.

Atto di forza: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Atto di forza grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema e Apple iTunes. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di giovedì 16 novembre alle ore 21:00 sul canale Iris.

Fonte: IMDb

- Pubblicità -