Barriere film

Uno dei temi da sempre più attuali negli Stati Uniti (e nel mondo) è quello della segregazione razziale nei confronti delle persone di colore. Anche il cinema negli anni si è speso in racconti a riguardo, tratti o meno da storie vere, con il fine di condannare una volta di più tale atteggiamento. Film recenti come Selma – La strada per la libertà, 12 anni schiavo e Il diritto di contare hanno tutti incontrato il favore di critica e pubblico e così è stato anche per Barriere (qui la recensione), film del 2016 diretto dall’attore premio Oscar Denzel Washington, qui alla sua terza regia per il cinema.

 
 

Il film è l’adattamento cinematografico della celebre opera teatrale del 1983 di August Wilson, vincitore per questa del premio Pulitzer per la drammaturgia. Da sempre indicato come uno dei più importanti titoli legati al tema razziale, questo è però anche uno splendido racconto sulla genitorialità, sulla paura che tale ruolo comporta e sulle barriere emotive che ognuno costruisce dentro di sé. Per anni si tentò di portare tale storia anche sul grande schermo, ma il desiderio di Wilson che a dirigere il film fosse un afroamericano sembrava essere un ostacolo a ciò. Deceduto nel 2005, Wilson sarebbe stato contento di vedere il suo desiderio avverarsi.

Il film di Washington è infatti estremamente attento ad ognugna delle tematiche presenti nell’opera, ed è stato indicato come uno dei più bei film dell’anno, guadagnando anche ben quattro nomination al premio Oscar tra cui, appunto, quello di miglior film. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Barriere: la trama del film

Ambientato negli anni Cinquanta, il protagonista del film è Troy Maxson, considerato un tempo un astro nascente del baseball, il quale si è però ritrovato ad essere espulso dalla Major League in quanto afroamericano. In conseguenza di ciò ha dovuto ripiegare su un lavoro come netturbino nel tentativo di mantenere la figlia Rose e i due figli Lyons, avuto da un precedente matrimonio, e Cory. Con il tempo, però, il suo compito come padre e marito si limita ad essere quello di sostenere la famiglia, senza avere però cura di altri aspetti. Quelli che dà ai figli sono per lo più ordini invece che insegnamenti e la durezza del suo animo non manca di renderlo spiacevole a chi gli è intorno.

Ai suoi occhi, egli cerca solo di evitare che i suoi figli possano farsi male inseguendo progetti troppo ambiziosi, proprio come è stato per lui. Ormai consapevole del modo in cui le persone di colore vengono trattate nella società, mira a togliere a Lyons e Cory ogni possibile illusione  a riguardo. Cory però sogna di giocare a baseball e mentre aiuta il padre a costruire uno steccato in legno intorno a tutta la casa, gli annuncia che un procuratore sportivo vuole prenderlo nella squadra come professionista e ha bisogno che gli firmi il consenso. Dall’opposizione di Troy, nascerà un conflitto che porterà padre e figlio a riscoprirsi, scontrarsi e forse perdonarsi.

Barriere cast

Barriere: il cast del film

Oltre a dirigere il film, Washington ha ritagliato per sé il ruolo di Troy Maxson. Egli aveva già interpretato questo personaggio a teatro oltre cento volte, conoscendolo dunque in ogni sua minima sfumatura. Essendo divenuto un grande esperto anche dell’opera di Wilson nella sua totalità, Washington affermò che trasportarla sul grande schermo fu piuttosto facile, senza dover dunque apportare grandi modifiche. Egli contribuì anche a riscrivere alcuni passaggi della sceneggiatura, non facendosi però accreditare in tale ruolo ma lasciando comparire lo stesso Wilson come sceneggiatore. Al momento delle nomination all’Oscar, Washington venne nominato come miglior attore e per il miglior film.

Accanto a lui, nel ruolo della moglie Rose Lee, vi è invece l’attrice Viola Davis, che Washington aveva già dirietto nel suo film d’esordio come regista Antwone Fisher. Pur essendo la protagonista femminile del film, in accordo con i produttori la Davis venne promossa come “non protagonista”, potendo così ottenere maggiori riconoscimenti come il premio Oscar, vinto dopo due nomination precedenti. Nel ruolo dei figli di Troy, Cory e Lyons, si ritrovano invece gli attori Jovan Adepo, qui al suo esordio cinematografico, e Russell Hornsby, noto in particolare per la serie Grimm. Nel film è poi presente anche l’attore caratterista Stephen McKinley Henderson, interprete veterano dell’opera di Wilson nel ruolo di Jim Bono.

Barriere: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Barriere grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di lunedì 29 novembre alle ore 21:00 sul canale Iris.

Fonte: IMDb