Blade Runner 2049 film

Con l’arrivo al cinema nel 1982 di Blade Runner, noir e fantascienza si univano per cambiare per sempre. Regista visionario, Ridley Scott ha infatti dato vita ad un’opera monumentale, che ancora oggi riesce a risultare attuale nella sua disperata ricerca dell’umanità. A distanza di ben 35 anni è infine stato realizzato un diretto sequel di quell’opera, attraverso cui le tematiche sono state ulteriormente aggiornate e approfondite. Si tratta di Blade Runner 2049, diretto dal regista canadese Denis Villeneuve, che già con il precedente Arrival aveva dato prova di saper padroneggiare il genere, utilizzando la fantascienza per raccontare qualcosa di più sull’essere umano.

Prima del rilascio del film sono stati pubblicati tre cortometraggi che anticipano il contesto narrativo poi ritrovato nel lungometraggio. Si tratta di 2036: Nexus Dawn, 2048: Nowhere To Run e Blade Runner: Black Out 2022. Già in questi si può ritrovare ciò che il film presenta poi in tutta la sua magnificenza. Gli elementi distintivi dell’opera del 1982 vengono riproposti e resi ancor più attraenti, decadenti. Con effetti speciali e scenografie candidati agli Oscar, Blade Runner 2049 lega strettamente le maggiori trovate visive alle tematiche trattate. La domanda più ricorrente, ancora una volta, ruota intorno alla definizione di umanità.

Costato 150 milioni di dollari, il film si rivelò una cocente delusione al box office, con un incasso di soli 260 milioni. Anche il suo predecessore non fu fortunato al momento dell’uscita in sala, divenendo poi un cult negli anni. Nell’attesa che ciò avvenga anche per Blade Runner 2049, il quale merita di essere riscoperto in tutta la sua grandiosità, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e al possibile sequel. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Blade Runner 2049: la trama del film

Sono passati trent’anni dagli eventi del primo film, il mondo è un luogo profondamente cambiato. I replicanti prodotti dalla Tyrell sono stati messi al bando, mentre una serie di carestie dovute al cambiamento climatico hanno messo in ginocchio la popolazione. Infine, un black out ha fatto perdere le tracce di ogni dato digitale fino a quel momento presente. A governare nell’ombra in tale contesto vi è il misterioso Neander Wallace, il quale con la sua società ha dato vita ad una nuova generazione di replicanti, più fedeli all’uomo e dalla longevità indefinita. Tra questi vi è l’agente K, il cui compito è rintracciare ed eliminare i vecchi modelli ancora in circolazione.

Nella sua ricerca si imbatterà in Sapper Morton, il quale prima di morire lascerà K con una serie di pericolosi dubbi. A partire da questi l’agente darà vita ad una ricerca che lo porterà ad imbattersi con un passato di cui non pensava di avere memoria. Le nuove scoperte devono però essere insabbiate quanto prima, rivelandosi quanto mai dannose per la stabilità raggiunta tra umani e replicanti. Al momento di dover compiere il suo dovere, K nutrirà però sempre più dubbi sulla moralità del proprio lavoro. Per andare fino in fondo alla questione c’è solo un uomo che può aiutarlo, l’agente Rick Deckart, svanito nel nulla trent’anni prima senza lasciare alcuna traccia.

Blade Runner 2049 cast

Blade Runner 2049: il cast del film

Per il ruolo dell’agente K, l’unico attore considerato fu Ryan Gosling. Questi non aveva mai lavorato prima in un film con un budget tanto elevato, non entusiasta di simili progetti. Accettò tuttavia di recitare in Blade Runner 2049 per la possibilità di lavorare con Villeneuve, come anche perché riponeva totale fiducia nella storia che si andava a raccontare. Accanto a lui, nei panni dell’intelligenza artificiale olografica Joy vi è l’attrice Ana de Armas. All’epoca ancora poco nota, questa si presentò in più occasioni per i provini per il film, riuscendo infine ad ottenere la parte. Per questa accettò anche di prendere parte a scene di nudo, rifiutandosi però di tagliarsi i capelli.

Altro noto attore presente nel film è Jared Leto, interprete di Neander Wallace. Il ruolo era stato inizialmente pensato per David Bowie, ma a causa della scomparsa di questi fu Leto ad ottenerlo. Per calarsi meglio nei panni del personaggio non vedente, l’attore decise di indossare delle speciali lenti a contatto che gli offuscavano la vista. Sono poi presenti le attrici Sylvia Hoeks nei panni della spietata Luv, Robin Wright in quelli del tenente Joshi e Mackenzie Davis in quelli della misteriosa Mariette. Lennie James interpreta Mister Cotton, mentre l’ex wrestler Dave Bautista è il replicante Sapper Morton. Grande ritorno è quello di Harrison Ford, che riprende i panni dell’agente Rick Deckard, apparendo però nel film non prima di un’ora e quaranta minuti.

Blade Runner 2049: il sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Quello di Blade Runner è un universo narrativo potenzialmente espandibile all’infinito. Non deve dunque sorprendere se al momento della realizzazione di questo secondo film si è parlato dei possibili ulteriori sviluppi. Sia Scott, che Ford che Villeneuve si sono dichiarati disponibili a realizzare un ulteriore capitolo, che possa esplorare ulteriormente le tematiche trattate. Secondo il regista dell’originale, alcune bozze di storie sarebbero già pronte, in attesa di ulteriori sviluppi. L’insuccesso economico del film ha però rappresentato una battuta d’arresto per tali discorsi. Nonostante questo, Scott ha recentemente dichiarato che spera ancora di poter dare un seguito al film, mentre Villeneuve si è detto più interessato a realizzare uno spin-off.

In attesa di poter vedere un seguito, è possibile fruire di Blade Runner 2049 grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten Tv, Chili Cinema, Google Play, Infinity, Apple iTunes, Tim Vision e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di mercoledì 17 marzo alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb