Carnage film

Autore negli ultimi anni di sofisticati thriller il cui obiettivo primario è quello di esplorare l’animo umano, il premio Oscar Roman Polanski ha nel 2011 firmato la regia di Carnage (qui la recensione), ancora oggi considerato uno dei migliori film ambientati interamente in un unico ambiente. Impostato come una commedia nera, quest’opera assume sempre più connotati inaspettati portando ben presto gli spettatori a trovarsi di fronte a qualcosa di umanamente spaventoso, dove tutti gli istinti primordiali e gli aspetti taciuti vengono infine svelati, tra contraddizioni, ipocrisie, manie e una lunga altra serie di vizi che caratterizzano l’essere umano.

 
 

Scritto dallo stesso Polanski insieme a Yasmina Reza, il film è basato sull’opera teatrale scritta proprio da quest’ultima, intitolata Il dio del massacro (in originale Le Dieu du Carnage). Acclamata, premiata e messa in scena in più Paesi, questa ha infine attirato l’attenzione di Polanski, il quale vi ha ritrovato temi affini a quelli da lui trattati nel suo cinema più recente. Presentato poi in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, il film Carnage ha poi ottenuto a sua volta ampi consensi, merito in particolare di dialoghi taglienti, un quartetto di grandissimi attori e una regia che porta lo spettatore ad essere sempre vigile su quanto accade.

I film le cui storie si svolgono in un unico ambiente sono infatti particolarmente delicati, un elemento fuori posto può far perdere l’equilibrio che regge il tutto, ma Carnage riesce egregiamente in questo compito. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Carnage: la trama del film

La vicenda ha inizio in un parco di Brooklyn, dove due bambini litigano violentemente e uno dei due ferisce l’altro al volto, colpendolo con un bastone. È a quel punto che entrano in gioco le famiglie dei due, che decidono di incontrarsi per discutere dell’accaduto. I coniugi Alan e Nancy Cowan vengono così ospitati nell’appartamento di Penelope e Michael Longstreet, genitori del bambino vittima dell’aggressione. Le coppie si presentano da subito diametralmente opposte e non è semplice intavolare una discussione proficua. Ben presto, la contesa si sposterà dalle accuse reciproche sull’educazione dei figli a questioni personali. Complice l’alcol, i quattro si troveranno ad affrontare i più disparati argomenti in un febbricitante e caotico carosello che li metterà tutti contro tutti.

Carnage: il cast del film

Come anticipato, uno degli elementi di maggior forza del film è il suo cast di attori, i quali sono grossomodo solo quattro per tutto il film. Ad interpretare i coniugi Alan e Nancy Cowan vi sono gli attori premio Oscar Christopher Waltz e Kate Winslet. Waltz, in particolare, ha per questo ruolo lavorato molto sul suo accento, cercando di risultare un credibile americano. Penelope e Michael Longstreet sono invece interpretati dalla premio Oscar Jodie Foster e dal candidato all’Oscar John C. Reilly. Sono poi brevemente presenti anche i figli delle due coppie, con Elvis Polanski nel ruolo di Zachary Cowan e Eliot Berger in quello di Ethan Longstreet. Fa un cameo anche lo stesso Polanski, il quale compare come vicino dei casa dei Longstreet.

Carnage spiegazione

Carnage: il significato del film

All’interno del film si scontrano dunque due coppie di adulti borghesi, ognuno con una propria carriera professionale tale da conferirgli un certo grado di autorità. Eppure, come anticipato, più il racconto viene portato avanti e più emergono una serie di contraddizioni e vizi apparentemente innate nell’animo umano. Polanski nel corso del film concede allo spettatore numerosi segnali delle derive che si manifesteranno ben presto, inquadrando i suoi personaggi in modo stretto, claustrofobico, abbandonando dunque una dimensione teatrale che sarebbe potuta essere fin troppo ovvia. Ciò che è importante è infatti qui mostrare come la facciata di perbenismo dei personaggi venga progressivamete abbandonata.

In loro il regista fa confluire tutte le caratteristiche delle società per bene e civili, le quali nascondono i propri difetti senza però mai risolverli davvero. I quattro personaggi si svelano dunque come personalità consumate da quel Dio del Massacro che dà il titolo all’opera teatrale. Un Dio malvagio che si manifesta nell’egoismo, nell’individualismo e nel desiderio di supremazia nei confronti degli altri. Si tratta dunque di una deriva umana a cui tutti, in modo più o meno evidente, sembrano destinati, svelando dunque un punto di vista particolarmente cinico del regista. Unico elemento di speranza sono proprio i bambini, con i due figli delle due coppie capaci infine di riappacificarsi come i loro genitori non sono riusciti a fare.

Carnage: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Carnage grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Chili Cinema, Infinity, Now e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di mercoledì 20 ottobre alle ore 23:40 sul canale Iris.

Fonte: IMDb