eyes wide shut

Eyes Wide Shut è stato l’ultimo film che ha visto Stanely Kubrick imporsi, ancora una volta, nel mondo del cinema. Prodotto, diretto e co-scritto dal regista americano, di questo film si è parlato sempre in maniera approfondita, soprattutto riguardo i suoi significati celati e i suoi sottotesti.

Tratto dal romanzo Doppio Sogno di Arthur Schnitzler, anche questo film è diventato celebre per le manie di perfezionismo tipiche del regista, per i lunghi mesi dedicati alle riprese e per il fatto che sia uscito postumo: Kubrick, infatti, morì appena cinque giorni dopo aver completato il montaggio.

Eyes Wide Shut: Significato

Il film di Kubrick ha più di un significato e si è sempre cercato di capire quanti e quali siano i sottotesti del film. Quello che è certo, è che Eyes Wide Shut non è altro che una allegoria della società (americana) moderna, di cui vengono analizzate, estrapolate ed esposte le parti più mistiche, la sua ipocrisia, la corruzione di mente e corpo.

La sessualità non è che merce di scambio, un’apparente soluzione ai problemi di coppia, quel momento in cui tutto sembra andare bene ed in realtà non è che solo il principio del turbamento. “Your eyes ae wide shut” era una frase che è stata attribuita ai componenti delle società segrete ed usata nel casi in cui essi fossero chiamati a testimoniare, uno contro l’altro, circa il presunto svolgimento di attività legate al mondo dell’occulto.

Questa frase viene usata da Kubrick per mediare e esporre, in tutta la sua nudità, i temi del nucleo familiare e della fiducia coniugale che si nutrono di apparenza di cose scontate, che si mescolano all’ossessione per la paranoia e per il tradimento: tutto questo per delineare le sintomatologie e i disturbi di una società (o classe sociale) che vive in un mondo fatto di ossessioni e nella volontà di non darle a vedere.

Eyes Wide Shut: trama

eyes wide shut

Eyes Wide Shut è un film tratto dal romanzo Doppio sogno di Arthur Schnitzler, scritto nel 1925. La trama del film sembra molto semplice, ma è solo apparenza: William “Bill” Harford (Tom Cruise) è un medico giovane e piacente, senza molte qualità, che entra in crisi quando la moglie Alice (Nicole Kidman) gli racconta i suoi sogni di tradimento e quando una sua paziente gli confessa il suo amore davanti al cadavere del padre.

Bill si farà tentare da una prostituta, parteciperà ad un festino orgiastico in maschera dove verrà scoperto e poi verrà salvato da una donna misteriosa. E chissà se sarà stessa di cui osserva turbato e conturbato il cadavere all’obitorio…

Stanley Kubrick aveva espresso il desiderio di lavorare all’adattamento del romanzo di Schnitzler già ai tempi dell’uscita di Arancia Meccanica, e cioè già dal 1971. Oltre alla trama, Eyes Wide Shut aveva suscitato un certo interesse molto prima della sua uscita per tanti diversi fattori: basti pensare che i protagonisti, e cioè Cruise e la Kidman, era due star dell’epoca e in quel tempo erano sposati nella vita reale. Inoltre, questo film sarebbe arrivato ben nove anni dopo l’uscita di Full Metal Jacket e Kubrick morì a meno di una settimana dopo averne completato il montaggio.

Tutto questo, senza parlare dell’aura di mistero e di sete di conoscenza da parte del pubblico, che non desiderava altro che vedere un altro film di Kubrick, capire come era fatto e conoscere tutti i retroscena. Come detto, però, la trama sembra semplice, se non si considerano le manie di perfezionismo del regista americano: dai due mesi previsti, ce ne vollero complessivamente quindici per girare tutto il film.

Eyes Wide Shut: dove vederlo in Streaming

eyes wide shut

Vedere un film di Kubrick è sempre cose buona e giusta e bisognerebbe farlo spesso e volentieri. Chi volesse rivedere l’ultimo film di Stanley Kubrick o chi desidera vederlo per la prima volta, è bene sapere che Eyes Wide Shut è disponibile in streaming, anche in streaming ita, a pagamento, sulle piattaforme Chili, Rakuten Tv e TimVision.

Eyes Wide Shut: Colonna Sonora

eyes wide shut

Se la colonna sonora, generalmente, è una delle parti essenziali che danno davvero vita a un film, in Eyes Wide Shut il suo ruolo è davvero decisivo. Nell’ultimo film di Kubrick il sonoro contribuisce a dare vita e a far percepire, sia ai protagonisti, che al pubblico, le varie atmosfere, l’evoluzione di sentimenti apparentemente stabili e la nascita di altri di natura cupa e torbida.

La musica è ricercata, ogni brano è stato scelto per dare un preciso risvolto e assume uno specifico significato in riferimento al contesto con cui viene associato, determinando un voluto accostamento tra il classico e il moderno. Tutto studiato e costruito per dare vita alle innumerevoli sfaccettature della vita di chi fa parte della media borghesia americana. Il film si apre con Musica ricercata n. 2 di Ligeti, per poi proseguire con Valzer n. 2 Jazz Suite di Dmitrij Šostakovič: i due brani fanno in modo di delineare il tragitto misterioso compiuto da Bill, la gelosia che si introduce nelle vite dei due protagonisti, il ritorno alla vita quotidiana della coppia.

Sulle note di Baby Did a Bad Bad Thing vengono delineate le tentazioni subite, un anticipo dei sogni di Alice che verranno rivelati poco dopo. Con Naval Officer di Jocelyn Pook, si da vita alla paranoia di Bill, al suo turbamento psichico, alla nuda intimità sia sua che della moglie, che si evolve con The Dream, fatto di ansie e cupi pensieri. Jocelyn Pook ha musicato anche le scene che si svolgono all’interno del palazzo: con Masked Ball e Migrations, l’autrice ha dato vita ad una assenza di ritmo, al rito sessuale, all’orgia fisica e psicologica.

Canti bizantini, parti di messa ortodossa, voci trasmesse al contrario per dare vita a una litania che cede il passo a rimandi esotici durante il tour nel palazzo. Musica Ricercata n. 2 ritorna quando Bill viene accreditato come impostore ed estraneo e viene ricondotto nella sala iniziale del palazzo, individuando il sentimento di tensione e l’aria di mistero verso quello che ancora rimane ignoto. Gli stessi brani, in seguito, verranno riproposti in maniera variabile, atti a sottolineare il turbinio di emozioni, il vortice che rinchiude Bill nella follia, la ricerca della vita di uscita che Bill non trova.

Fonti: ondacinema, noisey.vice, IMDb