La 25a ora film

Il regista Spike Lee ha realizzato nel corso della sua carriera numerosi lungometraggi di grande impatto culturale e sociale. Dal recente BlacKkKlansman a titoli come Fa’ la cosa giusta, Malcolm X e La 25a ora. Proprio quest’ultimo, uscito al cinema nel 2002, è tutt’ora giudicato come uno dei suoi migliori film, una storia particolarmente drammatica che coniuga la fine della libertà di un uomo a quella di una città, se non del mondo intero. Presentato con successo nel concorso al Festival di Berlino, il film ha conquistato ampie lodi per la forza visiva e narrativa con cui sono comunicate le sue tematiche.

Alla sceneggiatura del film vi è David Benioff (oggi noto per essere uno degli ideatori di Il Trono di Spade), il quale ha così personalmente curato l’adattamento del suo omonimo romanzo, pubblicato nel 2001. Nel momento in cui il film prendeva vita, però, New York veniva sconvolta dall’attacco alle Torri Gemelle del 11 settembre. Lee decise pertanto di apportare una serie di aggiunte alla sceneggiatura, convinto che non si potesse far finta che la città non avesse subito cambiamenti. La 25a ora divenne così il primo film a mostrare Ground Zero, la zona dove sorgevano le Torri Gemelle.

Il film diventa dunque il manifesto di un’umanità smarrita in un contesto quantomai incerto e in crisi. Nel tempo il titolo è poi diventato sempre più popolare, sia per i suoi contenuti che per alcuni particolari in esso presenti. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e al celebre monologo recitato dal protagonista. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

La 25a ora: la trama del film

Protagonista del film è Monty Brogan, spacciatore di New York, fidanzato con la bella portoricana Naturelle Riviera e sempre accompagnato dai suoi inseparabili amici Jacob Elinsky e Frank Slaughtery. La sua vita prende una svolta inaspettata quando, in seguito ad una soffiata, la polizia si reca presso il suo appartamento trovandovi numerosi contanti e chili di droga. Monty viene così condannato a sette anni di carcere e si trova a dover dire addio a tutto il suo mondo. Nella sua ultima giornata di libertà, egli decide di vivere quante più esperienze possibili. Riflettendo su quanto capitatogli, Monty non potrà far altro che andare incontro al suo destino.

La 25a ora monologo

La 25a ora: il cast del film

Originariamente, l’attore Tobey Maguire espresse grande interesse a ricoprire il ruolo di Monty Brogan. Tuttavia, quando egli fu scelto per interpretare Peter Parker in Spider-Man, si tirò indietro dal progetto, rimanendovi però in qualità di produttore. Per dar vita al protagonista venne così scelto Edward Norton, il quale fu così affascinato dal personaggio da curarlo in ogni suo aspetto. Norton richiese anche di poter avere, tramite il trucco, il picco della vedova all’attaccatura dei capelli, proprio come descritto da Benioff nel libro. Per il ruolo del padre di Monty, si ritrova il noto attore Brian Cox.

L’attrice Rosario Dawson interpreta Naturelle, personaggio per il quale era stata considerata anche la cantante Alicia Keys. Per la parte dei due migliori amici di Monty, Lee scelse invece Barry Pepper, attore allora poco conosciuto, come Frank, e il futuro premio Oscar Philip Seymour Hoffman per Jacob. Per quanto riguarda il ruolo di Mary D’Annunzio, la studentessa che Jacob ama segretamente, fu scelta Brittany Murphy, che però fu subito licenziata perché non mostrava l’impegno necessario. Per sostituirla fu scelta quindi la premio Oscar Anna Paquin.

La 25a ora: il monologo, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Tra gli elementi di maggior fama del film vi è senza dubbio il lungo monologo in cui Monty, non capacitandosi della sua colpa, inizia ad insultare un lungo elenco di persone ed etnie, rendendosi però infine conto che l’unico a cui dover dare la colpa di quanto accaduto è sé stesso. Originariamente, Benioff non aveva incluso tale monologo nella sceneggiatura finale, convinto che non fosse adattabile per il grande schermo. Lee lo convinse invece ad inserirlo, affermando di poter trovare la giusta messa in scena per questo. Ad oggi, infatti, è una delle scene più iconiche del cinema dal Duemila ad oggi.

Per rivedere questa è l’intero film, è possibile fruire della sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. La 25a ora è infatti disponibile nei cataloghi di Chili e Apple iTunes. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di sabato 11 settembre alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb