L'avvocato del diavolo film

Advocatus diaboli, una locuzione latina che, nel linguaggio di tutti i giorni, va ad indicare coloro che controbattono un’argomentazione non perché convinti del contrario ma piuttosto per generare caos. Su questo principio si basa il celebre film del 1997 L’avvocato del diavolo, scritto da Tony Gilroy e Jonathan Lemkin e diretto da Taylor Hackford. Si tratta di uno dei thriller più popolari degli anni Novanta, che si macchia anche di elementi horror ed una struttura da legal drama. Oggi considerato un vero e proprio cult del suo genere, è un film entrato nell’immaginario comune, tanto per la sua vicenda quanto per i controversi e imprevedibili personaggi che la animano.

La pellicola è basata sul romanzo omonimo del 1990 di Andrew Neiderman. Nonostante ne sia una trasposizione cinematografica, il film si discosta dal libro introducendo anche elementi affini provenienti da altri testi. In particolare, numerosi sono i riferimenti al poema Paradiso perduto di John Milton. Si ritrovano infatti diverse allusioni minori a tale opera, come ad esempio la celebre citazione “meglio regnare all’Inferno che servire in Paradiso”, mentre quello di Milton diventa anche il nome del protagonista. Un’altra fonte di ispirazione fu naturalmente anche la Divina Commedia di Dante Alighieri, con la descrizione dei gironi ardenti concentrici riproposta alla fine del film.

Nonostante abbia diviso critica e pubblico al momento della sua uscita, L’avvocato del diavolo si affermò come un grande successo. Arrivò a guadagnare oltre 152 milioni di dollari a fronte di un budget di 57, e particolarmente noti sono ancora oggi alcuni dialoghi e le interpretazioni dei protagonisti. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e alle frasi più belle. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

L’avvocato del diavolo: la trama del film

Protagonista del film è il giovane e promettente avvocato Kevin Lomax, il quale non ha mai perso un caso. Durante il suo ultimo incarico, egli è perfino riuscito a far scagionare un insegnante accusato di molestie su minori, pur consapevole della sua reale colpevolezza. Proprio questa vicenda porta Kevin ad essere contattato da un importante studio legale di New York, il quale gli offre una grande somma di denaro per unirsi a loro. A capo dello studio vi è il controverso John Milton, personalità misteriosa e incline alla malvagità. Questi decide di testare le capacità di Kevin affidandogli subito un caso molto complesso. Mentre si trova così impegnato, l’avvocato inizia però a vivere una serie di strani episodi, che lo porteranno a comprendere che l’uomo per cui lavora non è chi sembra essere.

L'avvocato del diavolo cast

L’avvocato del diavolo: il cast del film

Ad interpretare il ruolo di Kevin Lomax vi è l’attore Keanu Reeves, il quale per prepararsi al ruolo ha studiato a lungo il mestiere di avvocato, le sue procedure e gli aspetti più importanti. Ha inoltre avuto modo di spendere diverso tempo insieme ad alcuni veri avvocati, cercando di apprendere da loro i segreti del mestiere e alcuni ulteriori aspetti con cui poter caratterizzare il proprio personaggio. L’attore decise inoltre insieme al regista che gli abiti indossati da Kevin avrebbero dovuto di volta in volta assumere toni sempre più scuri, evidenziando la totale perdita di moralità del personaggio. Accanto a lui, nei panni della madre di Kevin, Alice Lomax, vi è l’attrice Judith Ivevy, nota per essere stata Barbara Robbins in Grey’s Anatomy.

Ad interpretare Mary Ann, moglie di Kevin, vi è una giovanissima Charlize Theron. Nonostante interpretassero marito e moglie, infatti, l’attrice aveva appena 21 anni, mentre Reeves ne aveva 31. Per lei si tratto di un ruolo molto impegnativo, che le richiese di interpretare anche attacchi di schizofrenia. Per riuscirci, la Theron si preparò con una psico-terapista. Ad interpretare il satanico John Milton vi è invece il premio Oscar Al Pacino. Questi aveva inizialmente rifiutato il ruolo per cinque volte, non gradendo il tono da blockbuster del film. Dopo che questo venne riscritto come thriller soprannaturale, l’attore si decise ad accettare. Nel film sono poi presenti Jeffrey Jones nei panni di Eddie Barzoon e Connie Nielsen in quelli di Cristabella Andreoli. Craig T. Nelson è invece Alexander Cullen.

L’avvocato del diavolo: le frasi più belle, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. L’avvocato del diavolo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Amazon Prime Video, Tim Vision e Netflix. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di martedì 27 aprile alle ore 21:00 sul canale Iris.

Qui di seguito si riportano invece alcune delle frasi più belle e significative pronunciate dai personaggi del film. Attraverso queste si potrà certamente comprendere meglio il tono del film, i suoi temi e le variegate personalità dei protagonisti. Ecco dunque le frasi più belle del film:

  • Nel mondo io vi mando come pecore in mezzo ai lupi. (John Milton)
  • La vanità è decisamente il mio peccato preferito. Kevin, è elementare. La vanità è l’oppiaceo più naturale. (John Milton)
  • Per chi è che ti incolli tutti quei mattoni, si può sapere? Dio? È così? Dio? Ti voglio dare una piccola informazione confidenziale a proposito di Dio: a Dio piace guardare! Riflettici un po’: lui dà all’uomo gli istinti… ti concede questo straordinario dono e poi che cosa fa? Te lo giuro che lo fa per il suo puro divertimento! Fissa le regole in contraddizione! (John Milton)
  • Meglio regnare all’inferno che servire in paradiso! (Kevin Lomax)
  • Forse Dio ha lanciato i dadi una volta di troppo e così ci ha fregati tutti. (John Milton)

https://www.youtube.com/watch?v=etrZJJC4ox8

Fonte: IMDb