Pacific Rim - La rivolta film

Nel film del 2013 Pacific Rim, diretto dal premio Oscar Guillermo Del Toro, prende vita la battaglia per la supremazia tra la razza umana e gli spaventosi Kaijū. Questi sono colossali creature, appartenenti alla cultura giapponese, qui intente a devastare ogni cosa si trovi lungo il loro cammino, con l’obiettivo di reclamare il dominio del pianeta. A distanza di cinque anni, nel 2018, è infine arrivato al cinema anche il sequel Pacific Rim – La rivolta (qui la recensione), diretto ora da Steven S. DeKnight e da Del Toro solo prodotto. Questo riprende le vicende del primo film, introducendo nuovi personaggi, nuovi scontri e, soprattutto, nuovi kaijū.

 
 

Quello di Pacific Rim è un universo narrativo che offre un sentito omaggio alla cultura popolare giapponese, facendo scontrare mostri e grandi robot, personaggi presenti in diverse opere nipponiche come film, manga, anime e videogiochi. Con questo sequel, inoltre, si è cercato di espandere e raccontare qualcosa di nuovo sul mondo degli umani e su quello dei kaijū. L’idea, infatti, era con questo secondo capitolo di dar vita ad un nuovo approfondimento a riguardo, da poter poi espandere grazie ad ulteriori film. Dati gli incassi al di sotto delle aspettative, tuttavia, questo sembra ad oggi non essere in programma.

Pacific Rim – La rivolta è infatti stato considerato inferiore rispetto al suo predecessore, per quanto gli effetti speciali e le interpretazioni dei protagonisti abbiano ricevuto diverse lodi. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama al cast di attori e ai sequel. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Pacific Rim – La rivolta: la trama del film

Ambientato dieci anni dopo gli eventi del primo film, questo secondo capitolo si apre su un mondo che sembra essersi liberato dei devastanti attacchi dei kaijū. Protagonista del racconto è ora Jake Pentecost, figlio del leggendario Stacker, il quale un tempo era un promettente pilota di Jaeger ma ora è finito a bazzicare nel mondo del crimine. L’occasione per redimersi e rendere giustizia al nome del padre, che si era sacrificato nella lotta contro le creature, è però finalmente dietro l’angolo. Una nuova ondata di kaijū sembra infatti pronta a dar vita a nuovi violenti attacchi, facendo sorgere il bisogno di una nuova generazione di piloti di Jaeger in grado di contrastarli.

Capitanati da Mako Mori, questi sono lo stesso Jake, il suo ex rivale Lambert, la coraggiosa Jules Reyes e la giovane hacker Amara. A loro spetta il compito di assumere il comando dei giganteschi robot, respingendo i mostri in arrivo dagli abissi del mare. Ciò che i piloti e gli scienziati Hermann Gottlieb e Newt Geiszler non sanno, però, è che stavolta si troveranno a combattere contro delle classi particolarmente avanzate e pericolose di queste creature. Ciò che credevano di sapere su di loro deve ora essere riformulato e i nuovi nemici si presentano come più indistruttibili che mai. Per salvare di nuovo l’umanità occorrerà dunque trovare nuove soluzioni.

Pacific Rim - La rivolta cast

Pacific Rim – La rivolta: il cast e i kaijū del film

Ad interpretare il protagonista Jake Pentecost vi è l’attore John Boyega, divenuto celebre per aver interpretato Finn nella nuova trilogia di Star Wars. Accanto a lui, nei panni del rivale e co-pilota Nathan Lambert vi è invece Scott Eastwood. Cailee Spaeny interpreta Amara Namani, mentre Adria Arjona è Jules Reyes. L’attrice candidata all’Oscar Rinko Kikuchi riprende invece il ruolo di Mako Mori, presente già nel primo film. Altri due attori che tornano dal primo film sono Burn Gorman e Charlie Day nei panni degli scienziati Hermann Gottlieb e Newt Geiszler. Completano il cast gli attori Jing Tian nei panni di Shao Liwen e Max Zhang in quelli di Marshal Quan.

Per quanto riguarda invece i kaijū presenti nel film, vengono qui naturalmente introdotti nuovi esemplari. Tra i più noti vi sono Shrikethorn e Hakuja, entrambi di categoria 4, mentre Mega-Kaiju è un incrocio tra un mostro di categoria 4 e uno di categoria 5. Viene poi qui introdotta la figura del Rippers, creatura in grado di dar vita ad un nuovo kaiju manipolando il loro DNA. Tale processo, stando a quanto dichiarato dal regista, è estremamente complesso e pertanto nel film rimane grossomodo inesplorato. In ultimo, come nel primo film vi era un kaiju di categoria 5 quale Slattern, in questo sequel vi è Raijin. Si tratta di una creatura estremamente potente, alta oltre 100 metri e fortemente radioattiva.

Pacific Rim – La rivolta: i sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Come anticipato, prima dell’uscita di questo film si parlava di un terzo capitolo in cui esplorare ulteriormente l’universo dei kaiju. Stando ad alcune indiscrezioni, questo terzo capitolo avrebbe dovuto anche collegare la serie di Pacific Rim al MonsterVerse, composto dai film dedicati a Godzilla, il più celebre tra i kaiju. Lo scarso successo economico ha però sospeso i progetti a riguardo, portando soltanto nel 2021 a far rilasciare su Netflix una serie animata intitolata Pacific Rim – La zona oscura, che espande la storia dei primi due film. Questa, composta ad oggi da 7 episodi, è una co-produzione tra Stati Uniti e Giappone, molto fedele allo spirito originale dei kaiju.

È possibile fruire di Pacific Rim – La rivolta grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di lunedì 13 dicembre alle ore 21:15 sul canale Premium Cinema.

Fonte: IMDb