The Conspirator cast

Raccontato in tutto il suo valore nel film di Steven Spielberg Lincoln, il sedicesimo presidente degli Stati Uniti Abraham Lincoln è una delle figure storiche d’america più studiate e popolari ancora oggi. Noto in particolare per il ruolo svolto nel corso della guerra di secessione americana, egli è andato incontro ad una tragica fine nel momento in cui viene assassinato il 15 aprile del 1965. Ciò che accadde in seguito a tale drammatico evento è stato nel 2010 raccontato da Robert Redford, qui in vesti solo di regista, nel film The Conspirator (qui la recensione), basato sul processo che si svolse contro quanti erano accusati dell’omicidio.

 
 

Basato su di una sceneggiatura originale di James D. Solomon, questo film permette di riscoprire personalità e risvolti storici spesso dimenticati dai più ma strettamente  legati alle conseguenze di quell’evento. Con un cast di grandi stelle del cinema, questo lungometraggio di Redford (il suo ottavo da regista) si configura dunque come un’appassionata memoria storica nonché come un’interessante riflessione sull’abuso di potere degli uomini nei confronti delle donne. Pur se accolto in modo piuttosto contrastante da critica e pubblico, The Conspirator è divenuto negli anni un affascinante film per gli amanti del genere.

Per la sua cura dei dettagli e degli eventi, è infatti un titolo che permette di riscoprire cosa accadde in seguito alla presidenza di Lincoln, in quello che è da molti definito un momento di profonda instabilità per gli Stati Uniti. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla vera storia dietro al film, alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

The Conspirator: la vera storia dietro al film

La vicenda raccontata nel film si basa sul processo conseguente all’assassinio di Lincoln. In particolare, la figura centrale di questo racconto è Mary Surratt, la quale venne accusata di complicità nell’omicidio del presidente in quanto proprietaria della pensione dove prese vita la cospirazione che portò l’attore John Wilkes Booth a sparare a Lincoln, al fine di indebolire l’Unione, ovvero il governo federale di quegli anni. La donna venne arrestata la notte stessa dell’evento, anche per via di quanto si ritrovò nella locanda e di alcune dichiarazioni poi smentite fatte dalla Surratt. Con lei, anche altri sette uomini vennero arrestati con l’accusa di essere parte del complotto.

Il processo ebbe inizio il 9 maggio del 1865 e durante questo Mary fu denunciata per aver favorito e aiutato i cospiratori e le fu assegnato Reverdy Johnson come suo consigliere legale, e Frederick Aiken e John Clampitt come avvocati difensori. Per quelle che risultarono essere delle prove inconfutabili della sua colpevolezza, la donna venne poi condannata a morte impiccagione. Cinque dei sette giudici assegnati al caso scrissero al presidente Andrew Johnson chiedendo la commutazione della pena in ergastolo, dato il suo sesso e l’età. Johnson firmò l’ordine di esecuzione, ma non quello di clemenza. Johnson dichiarò in seguitò di non aver mai ricevuto la lettera, mentre il giudice avvocato generale Joseph Holt asseriva di averla consegnata.

Il 7 luglio del 1865 si svolse dunque l’esecuzione, che vide Mary salire al patibolo insieme ad altri tre condannati a morte. Fino all’ultimo la donna si professò innocente e i suoi avvocati come anche la figlia richiesero più volte la grazie, sostenendo che le prove contro di lei erano insufficienti. Nulla impedì però che l’evento si svolgesse e Mary divenne così la prima donna ad essere condannata all’impiccagione dal Governo federale degli Stati Uniti. Nel tempo, in più occasioni furono avanzate nuove riletture di quel processo, che portarono a dimostrare le tante contraddizioni presenti durante questo. Con The Conspirator, quella di Redford è un ulteriore voce a favore di una riabilitazione della Surratt.

The Conspirator storia vera

The Conspirator: la trama e il cast del film

Ripercorrendo quella vicenda, il film ha inizio proprio dall’arresto dei presunti cospiratori che avrebbero organizzato l’omicidio di Lincoln. Il tutto viene raccontato dal punto di vista dell’avvocato nordista Frederick Aiken, al quale viene assegnata la difesa di Mary Surratt. Pur se inizialmente scontento da quell’incarico, Aiken inizia a svolgere il proprio lavoro ricercando quante più informazioni possibili sulla Surratt e il suo possibile coinvolgimento. Durante il processo Aiken si convince sempre più dell’innocenza della sua cliente, usata come capro espiatorio al fine di catturare l’unico cospiratore scampato all’arresto, suo figlio John. Cercare di convincere di ciò anche la giuria, sarà però un’impresa estremamente complessa nonché una corsa contro il tempo.

Ad interpretare Frederik Aiken vi è l’attore James McAvoy, fortemente voluto da Redford. Nel ruolo di Mary Surratt vi è invece Robin Wright. Pur di averla nel cast, Redford rimandò l’inizio delle riprese così che lei potesse liberarsi dagli altri impegni. Kevin Kline interpreta il segretario della guerra Edwin Stanton, mentre Toby Kebbell è l’attore e omicida John Wilkes Booth. Ad interpretare i figli di Mary, Anna e John, vi sono rispettivamente gli attori Evan Rachel Wood e Johnny Simmons. Justin Long, qui al suo primo ruolo drammatico, è Nicholas Baker, mentre Norman Reedus interpreta Lewis Payne. Completano il cast gli attori Danny Huston nei panni di Joseph Holt, Alexis Bledel in quelli di Sarah Weston e Tom Wilkinson in quelli di Reverdy Johnson.

The Conspirator: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di The Conspirator grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Rai Play, Amazon Prime Video e Tim Vision. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di martedì 23 novembre alle ore 21:15 sul canale Rai 5.

Fonte: IMDb, The Atlantic