Dopo mesi di speculazioni e smentite, la produzione del sequel di World War Z può finalmente iniziare, come riportato da Production Weekly. Le riprese partiranno a Marzo con la troupe che si muoverà tra Thailandia, Spagna e lo stato americano della Georgia, mentre il titolo provvisorio di lavorazione sarà Maximillian.

L’ultimo aggiornamento sul film risale a novembre 2017, quando David Fincher spiegò i suoi piano per la costruzione di una mitologia del franchise. Era stato poi Variety a spiegare che le riprese sarebbero state posticipate (e la release fissata al 2020) per permettere a Brad Pitt di completare il suo lavoro con Quentin Tarantino sul set di Once Upon A Time In Hollywood.

Pitt è infatti il protagonista, insieme a Leonardo DiCaprio, del nuovo film del regista di Pulp Fiction. Questo impegno, in un progetto forse più definito di World War Z 2, ha determinato lo slittamento del film di zombie.

World War Z 2: Paramount conferma David Fincher e Brad Pitt

World War Z è la trasposizione cinematografica del romanzo “World War Z La guerra mondiale degli zombi” di Max Brooks del 2006. Brad Pitt tornerà nei panni di Gerry Lanel, e sarà nuovamente produttore. A scrivere la sceneggiatura del film sarà lo scrittore e regista Steven Knight, che ha scritto e diretto l’apprezzatissimo Locke, con Tom Hardy e visto al Festival di Venezia 2013. Inoltre, ha scritto le sceneggiature dei film in arrivo Seventh Son, Madame Mallory e il piccolo chef indiano con Helen Mirren e il biopic su Bobby Fischer, Pawn Sacrifice. É sua anche la sceneggiatura del film di CronenbergLa promessa dell’assassino.

Fonte: Production Weekly