chris evans

Prima dell’uscita nelle sale di Avengers: Endgame, i fan non facevo altro che chiedersi in che modo i Marvel Studios avrebbe concluso il viaggio di Steve Rogers sul grande schermo, dal momento che il contratto di Chris Evans con lo studio sarebbe scaduto.

 
 

Per molto tempo si è parlato del fatto che Steve sarebbe morto durante la battaglia finale contro Thanos, ma il cinecomic di Anthony e Joe Russo ha riservato all’iconico Vendicatore un’uscita di scena molto più gloriosa… e commovente: Steve decide di viaggiare nel tempo, tornare agli anni ’40 e poter finalmente vivere la sua vita con Peggy Carter; ormai vecchio, ritorna momentaneamente nel presente per cedere lo scudo di Cap e la sua eredità a Sam Wilson.

Si tratta di un finale particolarmente emozionante, che a quanto pare non ha fatto commuovere soltanto i fan della Casa delle Idee. In una recente intervista con Esquire in occasione della promozione della serie Defending Jacob, è stato lo stesso Chris Evans a rivelare che durante la visione del finale di Endgame, sua madre è “scoppiata in lacrime”.

Ma c’è una ragione più profonda dietro tale commozione: come rivelato dall’attore, infatti, interpretare Cap da vecchio ha ricordato alla madre il padre defunto. Come spiegato dalla fonte, il nonno paterno di Evans, Andrew Capuano, era a capo del Dipartimento delle finanze del Massachusetts. Se siete curiosi di sapere che aspetto avesse il nonno di Chris Evans, a quanto pare basterà rivedere il finale di Endgame per farsi un’idea…

Chris Evans è reduce dal successo di Cena con delitto – Knives Out. Tra i suoi prossimi progetti figurano, oltre alla sopracitata serie Defending Jacob, anche l’annunciato remake de La piccola bottegha degli orrori

LEGGI ANCHE – Chris Evans mette all’asta lo scudo di Cap per beneficenza

CORRELATE: 

Ricordiamo che Endgame è il film di maggiore incasso dell’anno, nonché il più grande successo dei Marvel Studios, che con l’avventura diretta da Anthony e Joe Russo hanno chiuso un arco narrativo lungo 22 film e 11 anni, portando a termine un esperimento produttivo senza pari.

Endgame ha ottenuto un grande successo di critica e pubblico, stabilendo numerosi record al botteghino, diventando il maggior incasso nella storia del cinema, e venendo candidato a svariati premi cinematografici, tra i quali l’Oscar ai migliori effetti speciali.