Christopher Nolan

Mentre la data di uscita del suo nuovo attesissimo film, Tenet, continua a cambiare di giorno in giorno, veniamo a conoscenza di un curioso aneddoto relativo a Christopher Nolan e al suo modo di lavorare sul set dei suoi film. L’aneddoto in questione è stato rivelato da Anne Hathaway, che con il regista ha lavorato ben due volte: per Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012) e per Interstellar (2014).

 

L’attrice premio Oscar ha partecipato ad una reunion de Les misérables, il film di Tom Hooper del 2012 che le ha fatto vincere l’ambita statuetta come migliore attrice non protagonista. Parte della reunion, a cui l’attrice ha partecipato insieme all’amico e collega Hugh Jackman, è stata trascritta da Variety: durante la conversazione, l’attrice ha parlato con Jackman (che con Nolan aveva lavorato per The Prestige del 2006) del clima che si respira sul set di un film del regista britannico.

Hugh Jackman ha spiegato: “Ci sono due registi con cui ho lavorato che non voglio cellulari sul set: Darren Aronofsky e Denis Villeneuve. Entrambi per lo stesso motivo: si tratta di intenzionalità; tutti e due considerano lo spazio sacro. Se hai un cellulare, ciò dissiperà l’energia”. A quel punto Anne Hathaway ha dichiarato: “Non vorrei contraddirti, ma hai lavorato con tre registi che non vogliono cellulari: c’è anche Christopher Nolan.”

Anne Hathaway su Christopher Nolan: “Realizza film incredibili, ambiziosi sia da un punto di vista tecnico che emotivo.”

L’attrice ha così aggiunto: “Chris non permette neanche l’utilizzo di sedie. Ho lavorato con lui due volte. Non vuole che sul set ci siano sedie. Il motivo è che se ci sono sedie, automaticamente le persone si siederanno. Se si siedono, significa che non stanno lavorando. Chris realizza dei film incredibili, che sono ambiziosi sia da un punto di vista tecnico che emotivo. Riesce sempre ad arrivare alla fine delle riprese senza mai sforare il budget e senza essere mai in ritardo. Credo che abbia qualcosa a che fare con l’assenza di sedie sul set…”

Hathaway ha poi spiegato che Nolan è uno dei suoi registi preferiti, dichiarando: “L’intero approccio cinematografico di Chris è uno dei miei preferiti. Lo ha ridotto ad una sintesi, nonostante i suoi film sia così ricchi… colossali. È una combinazione tra l’essere ispirati e l’essere pienamente convinti di ciò che stai facendo.”