Birds Of Prey Harley Quinn

Suicide Squad non è stato accolto positivamente dalla critica, eppure il film ha riscosso un notevole successo al botteghino. Non sorprende dunque che la Warner Bros. avesse deciso di dare il via libera a Gotham City Sirens, progetto affidato nuovamente a David Ayer che avrebbe dovuto riunire sullo schermo i personaggi di Harley Quinn, Catwoman e Poison Ivy. Alla fine le cose sono andate diversamente, e lo studio ha optato per la realizzazione di Birds of Prey, spin-off incentrato sulla Mattacchiona interpretata nel DCEU da Margot Robbie.

 

In passato, era stata la stessa Robbie a rivelare che un film basato su una squadra formata esclusivamente da ragazze rappresentava per lei un’idea decisamente più stimolante: a tutto ciò si è aggiunto anche il fatto che il cinecomic è stato affidato ad una regista donna, Cathy Yan, rendendo così il film un progetto tutto al femminile a 360°.

Adesso però, in una nuova intervista con Nerdist, Margot Robbie è tornata sulla questione e ha spiegato i motivi che l’hanno spinta a tornare nei panni di Harley Quinn in Birds of Prey piuttosto che in Gotham City Sirens:

“Mentre studiavo il personaggio e facevo ricerche, ho iniziato a leggere Birds of Prey e per prima cosa mi sono innamorata del personaggio di Cacciatrice. Così ho iniziato ad approfondire la cosa. Pensavo: ‘Ci sono così tanti personaggi femminili forti nell’Universo DC e nessuno sa nulla di loro’. E ancora: ‘Se trovassimo un modo per far conoscere ai fan tutte queste meravigliose donne e permetterli di innamorarsi di loro?’. In Gotham City Sirens c’erano soltanto tre personaggi, tra l’altro tutti e tre molti conosciuti. Con Birds of Prey le cose sarebbero andate diversamente, potevi mettere insieme qualsiasi personaggio volevi. Così ho pensato che poteva essere l’occasione perfetta per introdurre alcuni di questi personaggi femminili che potrebbero davvero avere lunga vita all’interno dell’Universo DC”.

Di recente David Ayer aveva confermato che Gotham City Sirens non è stato cancellato, ma soltanto “messo in pausa” dalla Warner Bros., con buona possibilità che prima o poi riceva definitivamente il via libera.

LEGGI ANCHE – Margot Robbie: 10 cose che non sai sull’attrice

Birds of Prey, diretto da Cathy Yan, arriverà nelle sale il 7 febbraio 2020. Nel cast anche Mary Elizabeth Winstead, Jurnee Smollett-Bell (rispettivamente Cacciatrice e Black Canary), Rosie Perez (Renee Montoya) e Ella Jay Basco (Cassandra Cain).

Ewan McGregor interpreta invece uno dei due principali villain del film, Maschera Nera, alter ego di Roman Sionis. Chi conosce i fumetti lo ricorderà come uno dei più grandi nemici di Batman (negli anni Ottanta esplose proprio come nemesi del Cavaliere Oscuro) nonché temibile boss mafioso di Gotham City.

Di seguito la nuova sinossi ufficiale:

Avete mai sentito la storia del poliziotto, dell’uccello canoro, dello psicopatico e della principessa mafiosa? Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è una storia contorta raccontata dalla stessa Harley, come solo Harley può farlo. Quando il malvagio narcisista di Gotham, Roman Sionis, e il suo zelante braccio destro, Zsasz, puntano gli occhi su una ragazza di nome Cass, la città si rivolta per cercarla. I percorsi di Harley, Cacciatrice, Black Canary e Renee Montoya si incontrano e l’improbabile quartetto non ha altra scelta che allearsi per abbattere Roman.