marvel studios

L’attuale situazione sanitaria mondiale ha portato alla chiusura delle sale cinematografiche in molti paesi del mondo, e naturalmente ad un crollo del numero degli spettatori in quelle ancora aperte.

La diffusione delle piattaforme ha però permesso comunque agli spettatori di vedere i film, anche nuovi, da casa, e soprattutto la Disney ha sfruttato questa possibilità per far vedere ai fan prodotti pensati per il grande schermo come Artemis Fowl oppure Mulan.

La stessa sorte si paventa per Black Widow, che potrebbe essere dirottato su Disney+, ma sembra che i Marvel Studios non lo permetteranno, nonostante il ritardo nell’uscita del film di oltre un anno.

Secondo quanto dichiara Victoria Alonso, EVP dei Marvel Studios, i loro film sono pensati per la sala, non solo da un punto di vista visivo e spettacolare, ma soprattutto perché rappresentano un’esperienza di condivisione e collettività che la visione domestica, anche con gli strumenti tecnologici adeguati, non potrà mai eguagliare.

La regia di Black Widow è stata affidata a Cate Shortland, seconda donna (dopo Anna Boden di Captain Marvel) a dirigere un titolo dell’universo cinematografico Marvel, mentre la sceneggiatura è stata riscritta nei mesi scorsi da Ned Benson (The Disappearance of Eleanor Rigby). Insieme a Scarlett Johansson ci saranno anche David HarbourFlorence Pugh e Rachel Weisz.

In Black Widow, quando sorgerà una pericolosa cospirazione collegata al suo passato, Natasha Romanoff dovrà fare i conti con il lato più oscuro delle sue origini. Inseguita da una forza che non si fermerà davanti a nulla pur di sconfiggerla, Natasha dovrà affrontare la sua storia in qualità di spia e le relazioni interrotte lasciate in sospeso anni prima che diventasse un membro degli Avengers. Black Widow uscirà il 7 maggio 2021 negli Stati Uniti.