mcu

Lo Spider-Man interpretato da Tom Holland del MCU è stato associato all’Iron Man di Robert Downey Jr. sin dal suo debutto, ma i Marvel Studios hanno già l’opportunità perfetta per permettere a Peter Parker di voltare pagina e superare la morte del suo mentore nell’atteso Spider-Man 3.

 
 

Peter Parker è stato introdotto per la prima volta nel MCU in Captain America: Civil War come membro del Team Iron Man. Spider-Man, attraverso un costume costruito da Stark, ha fatto un ingresso memorabile durante la battaglia dell’aeroporto, quando ha tenuto testa alla squadra di Cap e ha escogitato un piano per abbattere Giant-Man (Paul Rudd). Dopo che il conflitto si è concluso senza un chiaro vincitore, Stark ha continuato a consigliare Peter, costruendogli anche una nuova tuta con tecnologia avanzata (il ben noto Iron Spider), che l’arrampicamuri ha utilizzato per la prima volta in  Avengers: Infinity War

L’arco narrativo dei fumetti su cui si basa Captain America: Civil War ha avuto un ruolo importante anche per Spider-Man. In maniera più o meno simile a quanto accade anche nel film, Peter Parker ha combattuto al fianco di Iron Man per l’approvazione del “Superhero Registration Act”, e ha ricevuto anche un costume progettato proprio da Stark. La tuta Iron Spider gli ha dato abilità completamente nuove, incluso il volo e l’accesso a Internet. Tuttavia, Iron Man, ancora scosso per essere stato tradito, ha usato la tuta per monitorare segretamente ogni mossa di Spidey. Mentre gli sforzi pro-registrazione di Stark sono diventati sempre più autoritari, Spider-Man è arrivato ad esplorare il suo lato oscuro, che lo ha portato ad unirsi al fronte anti-registrazione di Capitan America.

A differenza dei fumetti, il MCU ha stabilito una relazione padre-figlio tra Spider-Man e Iron Man. Nonostante il fascino e la dolcezza del loro legame, Spidey è stato comunque definito dall’eredità di Stark, anche dopo la sua morte in Avengers: Endgame. Affinché Peter Parker possa diventare un supereroe a tutti gli effetti, deve trovare un modo per lasciar andare “l’ombra” di Tony Stark: in tal senso, una rivelazione ispirata ai fumetti – ossia che Iron Man lo aveva monitorato per ragioni diverse dalla sua sicurezza – potrebbe servire proprio alla causa.

Spider-Man 3 permetterà finalmente a Peter Parker di liberarsi dall’ombra di Iron Man?

Anche dopo gli eventi di Captain America: Civil War, Tony Stark è rimasto ossessionato dalla distruzione che aveva causato in passato. Non si è mai completamente ripreso dalla sua paranoia né ha riacquistato la sua capacità di fidarsi, cosa che avrebbe potuto influenzare il suo rapporto con Peter Parker. Ispirandosi proprio ai fumetti, il prossimo film di Spider-Man potrebbe rivelare che la sfiducia di Stark lo ha portato a monitorare costantemente Peter, non per proteggerlo, ma per capire le sue debolezze in caso di una seconda “Civil War”. Durante la sua corsa nel MCU, Peter ha utilizzato pesantemente la tecnologia di Stark: quindi, scoprire che lo ha monitorato di nascosto sarebbe un enorme colpo emotivo. Questo lo spingerebbe verso una nuova traiettoria in quanto supereroe, libero dalle pressioni di essere il “successore” di Iron Man.

Anche se il protocollo “Baby Monitor” in Spider-Man: Homecoming ha riformulato l’idea della Guerra Civile di Stark che registra di nascosto Peter, la scoperta che Iron Man ha continuato a tenere sotto controllo il suo protetto anche dopo che era stato disabilitato, potrebbe dare vita ad un momento ancora più forte in relazione alla resa dei conti per Spider-Man. I due erano già entrati in conflitto quando Stark guardava Peter e cercava di trattenerlo, e la rivelazione che continuò a farlo senza che Spider-Man lo sapesse potrebbe essere particolarmente devastante per il giovane eroe.

Si potrebbe sostenere che questo tipo di tradimento rovinerebbe l’eredità del MCU e di Iron Man. Tuttavia, gli errori e i demoni personali di Tony Stark hanno indubbiamente plasmato il suo arco narrativo e il suo carattere. Questa rivelazione costringerebbe semplicemente Peter a vedere che Iron Man era profondamente imperfetto, cosa che il pubblico ha sempre saputo. Potrebbe ancora ammirare Stark, ma attraverso nuovi livelli di complessità e indipendenza, indicativi della sua maturità. Spider-Man 3 potrebbe dunque spingere Peter Parker a diventare ciò che Tony Stark ha sempre voluto che fosse: un eroe migliore di lui.