Terminator Salvation

Nel corso degli anni, ci sono stati numerosi tentativi di dare nuova vita al franchise di Terminator, e nessuno di loro è riuscito davvero a reggere il confronto con i primi due film. Anche se Terminator: Dark Fate di Tim Miller è stato accolto con maggiore entusiasmo rispetto agli sforzi passati, si è comunque rivelato un flop al botteghino, mettendo nuovamente in dubbio il futuro della saga.

 
 

Uno di quegli “sforzi passati” è stato Terminator: Salvation del 2009. Nonostante un cast stellare che includeva Christian Bale, Sam Worthington e Bryce Dallas Howard, il film viene ancora oggi ricordato come uno degli episodi meno memorabili dalla saga. Durante una recente intervista con CBR, il regista McG ha rivelato che esiste una versione alternativa di Salvation, diversa dal taglio arrivato nelle sale, che probabilmente i fan apprezzerebbero di più.

“È interessante perché mi sento come se avessimo fatto davvero bene con Terminator ma, alla fine, è chiaro che abbiamo sbagliato per via della reazione dei fan fan e questa cosa mi ha davvero spezzato il cuore. Adesso, stranamente, penso che il film stia invecchiando meglio”.

“E c’è anche un taglio diverso”, ha continuato il regista. “Esiste la mia versione di quel film e ci sono alcune persone online che parlano di volerla vedere. Ed è altrettanto interessante! Ma penso di aver capito molte cose. Ovviamente penso che anche Jonathan Nolan, che alla fine non è stato accreditato tra gli sceneggiatori, abbia fatto del suo meglio. Forse il taglio che ho di quel film nascosto è la risposta. È più oscuro! (ride). Non lo so, questo spetta ai fan dirlo.”

Distaccandosi dai film precedenti, Terminator: Salvation è ambientato nel 2018 e si concentra sulla guerra tra la rete di macchine Skynet e l’umanità, mentre i militari rimasti nel mondo si sono organizzati per formare la Resistenza per combattere contro le macchine assassine di Skynet. Nel film Bale veste i panni di John Connor.