C'era una volta a... Hollywood

A novembre dello scorso anno, Quentin Tarantino aveva annunciato l’uscita di un romanzo basato su C’era una volta a Hollywood, il suo nono film distribuito nelle sale nel 2019 e vincitore di due premi Oscar (migliore scenografia e miglior attore non protagonista a Brad Pitt).

Il romanzo, che uscirà negli Stati Uniti il prossimo 29 giugno, espanderà la storia di Cliff e Rick e includerà anche diverse scene e personaggi che non abbiamo visto al cinema. Tarantino desiderava scrivere un libro da anni, perché ossessionato dai romanzi cinematografici che hanno accompagnato la sua giovinezza. Il regista ha siglato un accordo con la HarperCollins che, oltre al romanzo basato su C’era una volta a Hollywood, prevede anche la pubblicazione di un saggio intitolato “Cinema Speculation” e dedicato all’amore che Tarantino nutre per gli anni ’70.

Ora, in una recente intervista con Pure Cinema Podcast (via Entertainment Weekly), il celebre regista ha svelato nuovi dettagli sull’attesissimo romanzo, anticipando che si concentrerà anche sulle origini del personaggio di Cliff Booth interpretato nel film da Pitt. “Nel film, Cliff è un vero enigma… ti ritrovi a pensare: ‘Qual è il problema di questo ragazzo?’. Uno degli aspetti più belli del libro è che ci sono questi capitoli a sé stanti dedicati interamente al suo passato.”

“Il romanzo torna indietro nel tempo per raccontarti di Cliff in quel momento. Poi vai avanti con il normale svolgimento della storia ed ecco che arriva un altro capitolo che torna indietro e ti parla del passato di Cliff”, ha aggiunto Tarantino. “Sono tutti capitoli isolati che riguarda esclusivamente il passato di Cliff. È come se ogni capitolo rappresentasse uno strano romanzo pulp a sé, con Cliff come protagonista.”

Nella medesima intervista, Tarantino ha parlato anche della genesi del romanzo, dicendo di aver iniziato a lavorare al progetto più o meno da cinque anni, definendo il libro la versione “ingombrante” del film.

Tutto quello che sappiamo su C’era una volta a Hollywood

La storia di C’era una volta a Hollywood si svolge a Los Angeles nel 1969, al culmine di quella che viene chiamata “hippy” Hollywood. I due protagonisti sono Rick Dalton (Leonardo DiCaprio), ex star di una serie televisiva western, e lo stunt di lunga data Cliff Booth (Brad Pitt). Entrambi stanno lottando per farcela in una Hollywood che non riconoscono più. Ma Rick ha un vicino di casa molto famoso… Sharon Tate (Margot Robbie).

Nel cast del film Leonardo DiCaprioBrad Pitt e Margot Robbie al fianco di Damian Lewis, Dakota Fanning, Nicholas Hammond, Emile Hirsch, Clifton Collins Jr., Keith Jefferson, Timothy Olyphant, Tim Roth, Kurt Russell e Michael Madsen. Rumer Willis, Dreama Walker, Costa Ronin, Margaret Qualley, Madisen Beaty e Victoria Pedretti. Il film segnerà anche l’ultima apparizione cinematografica di Luke Perry, morto lo scorso 4 marzo.

Ho lavorato alla sceneggiatura per cinque anni, e vissuto nella contea di Los Angeles per gran parte della mia vita, anche nel 1969, e all’epoca avevo sette anni“, ha dichiarato Quentin Tarantino. “Sono davvero felice di poter raccontare la storia di una città e di una Hollywood che non esistono più, e non potrei essere più entusiasta dei miei due attori protagonisti.