black widow

La pandemia di Coronavirus ha letteralmente stravolto l’industria cinematografica (e non solo). Di fronte alla chiusura dei cinema di tutto il mondo, le piattaforme di streaming hanno cominciato a prendere sempre più piede e a diventare il mezzo di fruizione preferito, un po’ per necessità, un po’ per la paura di ritornare in sala.

 

Di conseguenza, la maggior parte degli studi cinematografici ha dovuto piegarsi a queste nuove esigenze del quotidiano, servendosi dello streaming come alternativa per la distribuzione di titoli selezionati. In questo scenario, anche la Disney ha dovuto cedere alle terribili conseguenze del Covid-19, optando per una distribuzione congiunta di alcuni dei film del suo catalogo, che di fatto sono arrivati in contemporanea nelle sale e su Disney+.

In tal senso, uno degli esempi più eclatanti è sicuramente Black Widow, balzato all’attenzione non solo per aver sancito il ritorno ufficiale del MCU sul grande schermo, ma anche per la recente causa intentata da Scarlett Johansson ai danni della Disney, per una presunta violazione del contratto a causa, proprio, dell’uscita in streaming del film. Allo stato attuale, pare che la multinazionale statunitense si stia muovendo per cercare di evitare un vero e proprio processo.

Al di là di come si risolverà l’intera vicenda, se lo streaming continuerà a essere una priorità, è chiaro che la Disney ha bisogno di rivedere i termini contrattuali che legano le star alle sue produzioni, cosa di cui sembra essere assolutamente consapevole Bob Chapek, CEO dello studio. Come riportato da Deadline, infatti, durante una recente conferenza, Chapek ha reso noto che la Disney modificherà i contratti con gli attori in futuro.

“La Disney ha avuto una lunga storia di accordi molto simbiotici e cooperativi con i talent e continueremo a farlo”, ha spiegato il CEO. “Certamente, il mondo sta cambiando e proprio per questo gli accordi con le nostre star, in futuro, dovranno riflettere questa nuova realtà.”

La regia di Black Widow è stata affidata a Cate Shortland, seconda donna (dopo Anna Boden di Captain Marvel) a dirigere un titolo dell’universo cinematografico Marvel, mentre la sceneggiatura è stata riscritta nei mesi scorsi da Ned Benson (The Disappearance of Eleanor Rigby). Insieme a Scarlett Johansson ci saranno anche David HarbourFlorence Pugh e Rachel Weisz. Il film arriverà nelle sale il 7 luglio e su Disney+ con Accesso Vip il 9 luglio.

In Black Widow, quando sorgerà una pericolosa cospirazione collegata al suo passato, Natasha Romanoff dovrà fare i conti con il lato più oscuro delle sue origini. Inseguita da una forza che non si fermerà davanti a nulla pur di sconfiggerla, Natasha dovrà affrontare la sua storia in qualità di spia e le relazioni interrotte lasciate in sospeso anni prima che diventasse un membro degli Avengers.