Ghostbusters: Legacy

I protagonisti di Ghostbusters: Legacy Finn Wolfhard e McKenna Grace hanno condiviso le loro storie preferite sul set di Bill Murray. Murray è un attore leggendario e la sua lunga carriera abbraccia decenni. Tra molti classici, la sua filmografia include la commedia soprannaturale del 1984, l’originale Ghostbusters. La star non è solo nota per le sue straordinarie interpretazioni, ma è anche spesso al centro di molte storie dei suoi ex colleghi attori e membri della troupe. Dal furto di patatine fritte agli sconosciuti alle feste di addio al celibato, Murray si è dimostrato il protagonista indiscusso di incontri casuali e aneddoti.

 
 

Le riprese dell’ultimo capitolo della serie, Ghostbusters: Legacy, si sono svolte nel corso del 2019. Il sequel vede il ritorno del cast originale di Ghostbusters, tra cui Ernie Hudson, Dan Aykroyd e Sigourney Weaver, insieme a Murray. Oltre al cast originale, Ghostbusters: Legacy vede Wolfhard interpretare Trevor Spengler, il nipote del defunto Dr. Egon Spengler (il defunto Harold Ramis), e Grace nei panni di Phoebe Spengler, la sorella di Trevor. Con i giovani nuovi arrivati ​​nell’universo di Ghostbusters che dovrebbero condividere una discreta quantità di tempo sullo schermo, sembra che abbiano anche condiviso alcune risate con Murray durante le riprese.

Parlando con ComicBook.com, Wolfhard e Grace hanno condiviso la loro storia preferita che coinvolge Murray mentre erano sul set del film. Secondo i giovani attori, una volta Murray “ha assunto un suonatore di cornamusa per seguirlo in giro” sul set per il suo compleanno. Tuttavia, Wolfhard ha spiegato che Murray, sempre con la sua espressione indecifrabile, “ha fatto finta di non essere lui dietro a tutto quello“. Poi, durante una pausa pranzo sul set, Murray ha cantato un vecchio inno scozzese per il cast, che Grace ha definito “davvero bello”.

Inoltre, Wolfhard ha ricordato che lui e Murray hanno condiviso un “momento dolce” quando la coppia ha discusso dei film di Wes Anderson e di un Blues Festival a New Orleans mentre erano sul set. Il giovane attore dice di aver cercato su Google la scaletta del festival e la coppia l’ha esaminata menzionando “chi [gli] piaceva e chi [loro] non conoscevano”. Anche Logan Kim, che interpreta uno dei compagni di classe di Phoebe, ha raccontato un’esperienza positiva con il veterano della recitazione, dicendo che stava “andando fuori di testa” per aver incontrato Murray. Tuttavia, al momento del loro incontro, il giovane attore ha detto che era “normale” e Murray era “davvero, davvero divertente”.

Nel primo Ghostbusters, il personaggio di Murray, il dottor Peter Venkman, è cinico e sarcastico, ma segretamente di indole dolce. Sembra che questa caratteristica appartenga prima a Bill e poi a Peter.

Ghostbusters: Legacy, la recensione del film di Jason Reitman

Ghostbusters: Legacy, diretto da Jason Reitman e prodotto da Ivan Reitman, è il nuovo capitolo della saga originale Ghostbusters. Arrivati in una piccola città, una madre single e i suoi due figli iniziano a scoprire la loro connessione con gli Acchiappafantasmi originali e la segreta eredità lasciata dal nonno. Ghostbusters: Legacy è scritto da Jason Reitman & Gil Kenan.

A più di trent’anni dall’uscita nelle sale dell’iconico Ghostbusters, il cast originale, composto da Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Sigourney Weaver e Annie Potts di nuovo insieme per ridar vita a una delle saghe cinematografiche più amate della storia. Diretto da Jason Reitman, il film sarà nelle sale italiane dall’11 novembre prodotto da Sony Pictures e distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. Tra i protagonisti anche Mckenna Grace, Finn Wolfhard, Carrie Coon e Paul Rudd.