resident evil

Il regista Johannes Roberts ha parlato del reboot di Resident Evil, rivelando che è stato fortemente ispirato dai film del maestro John Carpenter. I precedenti film del franchise hanno incassato oltre 1 miliardo di dollari al botteghino, ma hanno sempre dovuto fare i conti con il malcontento dei fan per non aver mai seguito le trame dei videogiochi.

 

In origine, il reboot di Resident Evil doveva essere diretto da James Wan, la mente creativa dietro le saghe di Insidious e The Conjuring. In seguito, il film venne definitivamente affidato a Roberts, regista di 47 metri e The Strangers: Prey at Night. Ambientato a Racoon City nel 1998, il reboot sarà una vera e propria “storia di origini”. Di recente, in occasione del South by Southwest (via IGN), Roberts ha ufficializzato che il titolo del nuovo film sarà Resident Evil: Welcome to Raccoon City.

Parlando con la fonte, il regista ha anche rivelato una serie di interessanti dettagli a proposito del reboot, confermando che si concentrerà maggiormente sugli aspetti horror del videogioco originale: a quanto pare, l’obiettivo di Roberts è quello di raccontare la storia com’è stata originariamente creata, dando vita ad un raccapricciante surival horror con personaggi e ambientazioni riconoscibili per tutti gli amati della saga videoludica.

In merito all’estetica del film, Roberts ha poi fatto riferimento alla leggenda dell’horror John Carpenter, dichiarando: “Sono un grande fan di John Carpenter. Ho preso ispirazione dai suoi film, soprattutto dal suo modo di raccontare storie di assedio in ambientazioni claustrofobiche. Basti pensare a Distretto 13 – Le brigate della morte o a Fog… abbiamo questi gruppi eterogenei di personaggi che si uniscono sotto assedio. Questa è stata la mia ispirazione quando ho realizzato il film.”

Tutto quello che c’è da sapere su Resident Evil

Protagonista del reboot di Resident Evil sarà Kaya Scodelario di Maze Runner nei panni di Claire Redfield, insieme a Hannah John-Kamen (Ant-Man and the Wasp) nei panni di Jill Valentine, Robbie Amell (Upload) nei panni di Chris Redfield, Tom Hopper (The Umbrella Academy) nei panni di Albert Wesker, Avan Jogia (Zombieland: Double Tap) nei panni di Leon S. Kennedy e Neal McDonough (Yellowstone) nei panni di William Birkin.

Il produttore del franchising Robert Kulzer produrrà di nuovo per conto di Constantin con James Harris di Tea Shop Productions e Hartley Gorenstein. “Con questo film, volevo davvero tornare ai primi due giochi originali e ricreare la terrificante esperienza viscerale che ho avuto quando li ho giocati per la prima volta, raccontando allo stesso tempo una storia umana radicata in una piccola città americana morente in modo tale che sia riconoscibile che rilevante per il pubblico di oggi”, ha detto il regista Johannes Roberts.

Paul W.S. Anderson ha scritto e diretto i sei film precedenti, con protagonista Milla Jovovich e con un incasso totale di 1,2 miliardi di dollari al botteghino mondiale. È una delle serie di film basate su un videogioco di maggiore successo e con l’incasso migliore.