no time to die

I cinema sono ancora chiusi e purtroppo, nonostante l’arrivo dei primi vaccini, i casi di Coronavirus continuano ad aumentare: ecco perché le prospettive per un ritorno alla normalità e per una riapertura delle sale sono ancora incerte. Sulla scia dell’attuale situazione, Universal e Sony, due dei più grandi studi cinematografici, hanno appena rimandato nuovamente una serie di film molto attesi, tra cui No Time to Die con Daniel Craig e Ghostbusters: Legacy di Jason Reitman.

 

Per quanto riguarda il calendario Universal, No Time to Die, il 25esimo capitolo della saga di James Bond e ultimo film in cui Daniel Craig interpreterà l’iconico 007, non arriverà più al cinema il prossimo 2 aprile, ma bensì l’8 ottobre. La data lasciata ora libera dal nuovo film di Bond è stata così occupata da Io sono nessuno, atteso thriller con protagonista Bob Odenkirk, inizialmente previsto per il 26 febbraio. Ancora, Last Night in Soho, che avrà come protagonisti Anya Taylor-Joy e Matt Smith e che sarebbe dovuto arrivare al cinema il prossimo 23 aprile, uscirà ora il prossimo 22 ottobre.

Parallelamente, Sony ha posticipato il live action Cinderella con Camila Cabello dal 5 febbraio al 16 luglio, il sequel di Peter Rabbit, Peter Rabbit 2 – Un birbante in fuga, dal 2 aprile all’11 giugno e l’attesissimo Ghostbusters: Legacy di Jason Reitman dall’11 giugno all’11 novembre. Notizie ancora peggiori per Morbius, che era già stato posticipato di ben 7 mesi (precisamente dal 19 marzo all’8 ottobre): il cinecomic con Jared Leto uscirà adesso direttamente nel 2022, precisamente il 21 gennaio.

E al 2022 slitta direttamente anche Uncharted, l’attesissimo (e travagliatissimo) adattamento dell’omonimo videogioco Naughty Dog che avrà come protagonista Tom Holland e che vedrà nel cast anche Mark Wahlberg e Antonio Banderas. Inizialmente previsto per il 16 luglio 2021, il film arriverà ora nelle sale l’11 febbraio 2022.

Fonte: Empire