Quando la Warner Bros. ha iniziato a mettere in piedi il suo DC Extended Universe, il regista Zack Snyder è stato attivamente coinvolto nel processo di creazione dell’universo condiviso. Snyder ha diretto i primi due film del franchise, L’uomo d’acciaio e Batman v Superman, per poi abbandonare la nave nel bel mezzo della produzione di Justice League (progetto che è stato poi portato a compimento da Joss Whedon).

 
 

Sappiamo tutti come sono andate poi le cose: essenzialmente, Snyder è rimasto lontano dal DCEU per molto tempo, sebbene abbia continuato a figurare come produttori di alcuni film. Poi, quest’anno, dopo innumerevoli richieste da parte dei fan, la Warner Bros. ha finalmente permesso al regista di realizzare la sua versione di Justice League, che è stato poi distribuita col titolo Zack Snyder’s Justice League.

Nonostante tutte queste vicissitudini, i fan restano ancora profondamente legati ai contributi di Snyder al DCEU, e proprio l’uscita della Snyder Cut ha portato ad un rinnovato interesse per quello che molti hanno soprannominato lo SnyderVerse. In origine, infatti, il regista aveva immaginato una vera e propria trilogia per la Justice League, e dopo l’uscita della sua versione del cinecomic, i fan hanno continuato a pressare la Warner Bros. affinché concedesse a Snyder la possibilità di portare a termine il suo SnyderVerse.

Tuttavia, pare che lo stesso Zack Snyder non concepisca i film da lui realizzati per il DCEU come parte dello SnyderVerse. In una nuova intervista con Inverse in occasione della promozione del film Army of Thieves (prequel di Army of the Dead), a Snyder è stato proprio chiesto cosa rappresenti per lui l’etichetta “SnyderVerse”.

“Spero che qualsiasi cosa significhi lo SnyderVerse, alla fine rappresenti un IP originale”, ha dichiarato il regista. “L’Universo DC è qualcosa che mi sta molto a cuore e qualcosa a cui ho dedicato molto tempo della mia vita, in termini di idee e di sviluppo, quindi lo adoro. Ma dove sono adesso riguarda tutti i progetti legati a Army of the Dead e tutto ciò che riguarda un altro progetto a cui sto lavorando, Rebel Moon. Sono progetti che stanno consumando parecchia della nostra produzione creativa. Spero che nella categoria ‘SnyderVerse’ rientrino tutte queste cose originali che stiano facendo adesso, e non quanto fatto in passato.”

Cosa sappiamo di Rebel Moon, il nuovo progetto cinematografico di Zack Snyder

A proposito di Rebel Moon, si tratta di un epico fantasy sci-fi che Zack Sndyer dirigerà e scriverà insieme a Shay Hatten (già sceneggiatore di Army of the Dead) e Kurt Johnstad (co-sceneggiatore di 300). La trama del film ruota attorno ad una una pacifica colonia ai margini della galassia che viene improvvisamente minacciata dagli eserciti di un tirannico reggente di nome Balisarius. Alcune persone, in preda alla disperazione, inviano una giovane donna con un misterioso passato a cercare guerrieri che popolano i pianeti vicini per aiutarla a sconfiggere il nemico.