Robert Downey Jr.

L’arco narrativo di Tony Stark/Iron Man nel MCU si è concluso in maniera tragica, nonostante il sacrificio compiuto dall’eroe alla fine di Avengers: Endgame abbia assunto un significato davvero speciale, soprattutto in riferimento a tutta la storia pregressa del supereroe.

 
 

Di certo, la fine della storia del supereroe sul grande schermo è stato un momento davvero toccante per i fan del MCU, ma allo stesso modo è stata un’esperienza particolarmente emozionante anche per Robert Downey Jr. Come rivelato nel libro “The Story of Marvel Studios: The Making of the Marvel Cinematic Universe”, infatti, pare che l’attore si scoppiato a piangere quando ha saputo del destino del suo personaggio nel cinecomic di Anthony e Joe Russo.

Nel libro si legge (via Screen Rant): “Quando la presentazione dei Russo a Downey Jr. è arrivata agli ultimi istanti di Tony Stark, i loro nervi hanno iniziato a sciogliersi. Tuttavia, la loro fede nella storia si è consolidata”. Segue poi una dichiarazione di Joe Russo: “Quando eravamo agli sgoccioli della presentazione del pitch e siamo arrivati alla morte di Iron Man, Robert ha iniziato a piangere. E quando abbiamo finito, ha detto: ‘Tutto questo è davvero fantastico’. È stato allora che abbiamo capito che dovevamo farlo. Perché lo sentiva anche lui.”

Avengers: Endgame è arrivato nelle nostre sale il 24 aprile 2019, diventando il maggior incasso nella storia del cinema. Nel cast del film – tra gli altri – figurano Robert Downey Jr.Chris EvansMark RuffaloChris Hemsworth e Scarlett Johansson. Dopo gli eventi devastanti di Avengers: Infinity War, l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, i Vendicatori dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni del villain e ripristinare l’ordine nell’universo una volta per tutte, indipendentemente dalle conseguenze che potrebbero esserci.