Festival di Cannes 2024: allo Studio Ghibli la Palma d’Oro alla carriera

-

Il Festival di Cannes 2024 rende omaggio a una leggenda del cinema, assegnando per la prima volta la Palma d’oro alla carriera a un gruppo: lo Studio Ghibli.

Oltre ai grandi di Hollywood, lo studio giapponese incarnato da due superbi narratori, Hayao Miyazaki e Isao Takahata, e da una serie di personaggi di culto, ha scatenato una ventata di novità nel cinema d’animazione negli ultimi quattro decenni.

“Sono davvero onorato e felice che allo studio venga assegnata la Palma d’oro onoraria”, dichiara Toshio Suzuki, co-fondatore dello Studio Ghibli. “Vorrei ringraziare il Festival di Cannes dal profondo del mio cuore. Quarant’anni fa, Hayao Miyazaki, Isao Takahata e io fondammo lo Studio Ghibli con il desiderio di offrire animazione di alto livello e di alta qualità a bambini e adulti di tutte le età. Oggi i nostri film sono guardati da persone di tutto il mondo e molti visitatori vengono al Museo Ghibli, a Mitaka e al Parco Ghibli per vivere in prima persona il mondo dei nostri film. Abbiamo fatto davvero molta strada perché lo Studio Ghibli diventasse un’organizzazione così grande. Nonostante io e Miyazaki siamo invecchiati notevolmente, sono sicuro che lo Studio Ghibli continuerà ad affrontare nuove sfide, guidati dallo staff che porterà avanti lo spirito dell’azienda.”

Con questa Palma d’oro onoraria, lo Studio Ghibli si unisce a coloro che hanno ispirato la cinematografia, che il Festival di Cannes celebra ogni anno. “Per la prima volta nella nostra storia, non è una persona ma un’istituzione che abbiamo scelto di celebrare”, hanno affermato Iris Knobloch, presidente del Festival di Cannes, e Thierry Frémaux, delegato generale. “Come tutte le icone della Settima Arte, questi personaggi popolano la nostra immaginazione con universi prolifici e colorati e narrazioni sensibili e coinvolgenti. Con Ghibli, l’animazione giapponese si pone come una delle grandi avventure della cinefilia, tra tradizione e modernità”.

Il Festival di Cannes è stato uno dei primi esploratori dell’avventura del film d’animazione. Nei primi anni, le produzioni Walt Disney presentarono cortometraggi (1946) e il lungometraggio Dumbo (1947). Nel 1953, Walt Disney in persona portò Peter Pan sulla Croisette, dove René Laloux vinse un Premio speciale della giuria nel 1973 per il suo primo lungometraggio, Il pianeta fantastico. Dopo una lunga assenza, l’animazione è tornata in forze a Cannes con Shrek (2001) e Shrek 2 (2004), Ghost in the Shell 2: Innocence (2004), Persepolis (2007), Valzer con Bashir (2008), tutti premiati in Concorso, o anche Up, che ha aperto il Festival nel 2009. Molti altri film, come Kirikou e le bestie selvagge, Inside Out, La Vetta degli dei e, più recentemente, Elemental e Il mio amico robot hanno lasciato il segno. Inoltre, Un certain Regard ha dato il benvenuto a La tartaruga rossa (2016), la prima collaborazione degli Studios Ghibli con una società di produzione europea.

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -