The Purge 6: Frank Grillo offre un promettente aggiornamento

The Purge 6

The Purge 6, sesto film della saga di La notte del giudizio, ha ricevuto un promettente aggiornamento direttamente dalla star del franchise Frank Grillo. Ideato dal regista James DeMonaco, questo franchise distopico esplora come noto gli effetti dell’evento titolare, un periodo annuale di 12 ore in cui tutti i crimini sono legali. Dopo cinque film di successo che hanno incassato complessivamente oltre 533 milioni di dollari in tutto il mondo, l’imminente The Purge 6 viene ora descritto come l’ultimo capitolo. A giugno dello scorso anno era stato comunicato che la sceneggiatura era pronta, ma da quel momento non si è più saputo nulla.

 

Ora, in un’intervista con Screen Rant sul red carpet di Lights Out, Grillo, già apparso nel 2014 in Anarchia – La notte del giudizio e nel successivo La notte del giudizio: Election Year, conferma che “la sceneggiatura è pronta. È fondamentalmente incentrata su Leo Barnes, il mio personaggio. Sarebbe l’ultimo degli ultimi degli ultimi, come il tizio che continua ad andare in pensione. James DeMonaco lo dirigerà, se succederà, ed è una questione di soldi. È una questione di quanto grande vogliono che sia il film, di quanti soldi vogliono spendere per il film, considerando che hanno fatto molto in questo franchise. Ma è una grande sceneggiatura“.

Tutto quello che sappiamo su The Purge 6

La notte del giudizio per sempre, uscito nel 2021, era stato inizialmente presentato come il quinto e ultimo capitolo del franchise. Tuttavia, circa due anni dopo la sua uscita, l’amministratore delegato della Blumhouse Productions, Jason Blum, ha dato un aggiornamento entusiasmante sul futuro dei film della saga, rivelando che The Purge 6 era in fase di sviluppo. Da allora, però, gli aggiornamenti sono stati lenti, mettendo in dubbio lo stato del film.

Parlando di The Purge 6, DeMonaco ha rivelato che il film avrebbe portato in vita una versione da incubo dell’America. Alla fine del film del 2021, gli Stati Uniti erano caduti nel caos quando numerosi cittadini avevano reso l’Epurazione un evento continuo, e sembra che il nuovo film esplorerà ulteriormente ciò che è accaduto al paese in seguito a quell’evento. DeMonaco ha anche detto che i singoli Stati saranno estremamente divisivi e che il paese sarà delimitato in base all’ideologia, alla sessualità e alla religione.

La maggior parte del cast di The Purge 6 non è ancora stata rivelata, dato che Grillo è l’unico attore confermato finora. Vale la pena notare che l’ultima volta che il suo personaggio è apparso nel franchise, stava lavorando per proteggere il senatore Roan in La notte del giudizio: Election Year. Sarà dunque interessante vedere come verrà reintrodotto in The Purge 6 e come reagirà alla nuova America anarchica. Ad ora, per confermare la realizzazione del film, sembrerebbe occorrere solo che lo studios di produzione stabilisca un budget.

- Pubblicità -