X-Men live-action: i registi della serie animata pronti a mettersi in gioco!

-

Sappiamo che i Marvel Studios stanno pianificando un riavvio degli X-Men live-action, ma gli aggiornamenti ufficiali sono stati pochi e rari. L’ultima volta che abbiamo sentito parlare del prossimo film sui Mutanti Marvel, lo stato della lavorazione riguardava gli sceneggiatori che avevano iniziato a presentare idee per il progetto. Da allora è passato un anno. Dietro le quinte potrebbero essere stati fatti alcuni progressi, ovviamente, ma probabilmente passerà un po’ di tempo prima che i team creativi/membri del cast vengano annunciati ufficialmente.

Intanto, però, la serie d’animazione X-Men ’97 di Disney+ ha dimostrato di essere molto popolare tra i fan dell’allegra banda di mutanti della Marvel, e molti ritengono che lo studio dovrebbe restare il più vicino possibile alla serie revival animata per il debutto live-action della squadra nell’MCU.

Se Kevin Feige e co. decideranno di trarre ispirazione dallo show e vorranno che nel progetto siano coinvolte persone che abbiano molta familiarità con i personaggi, non devono guardare troppo in là per avere a disposizione dei registi che si assumeranno il compito!

Durante un’intervista con Screen Rant, a Chase Conley (che ha diretto gli episodi 2, 4 e 6) e Emi Yonemura (episodi 3, 5, 7 e 9) è stato chiesto se avessero qualche desiderio di far parte del primo film live-action degli X-Men del MCU. “Se questa dovesse essere una chiamata che riceverò, ad un certo punto, risponderò al telefono, di sicuro”, ha detto Conley. “Non direi mai di no a quella telefonata perché amo le belle sfide e adoro provare cose nuove”, ha aggiunto Yonemura.

In realtà, non ci sono molti registi che rifiuterebbero la possibilità di lavorare su questo progetto, ma è bello sapere che questi ragazzi sarebbero pronti e disposti a raccontare i personaggi degli X-Men in un altro linguaggio, se si presentasse l’opportunità. L’anno scorso, circolava una voce secondo cui problemi contrattuali avrebbero potuto impedire ai Marvel Studios di introdurre nuovi attori come personaggi mutanti affermati come Wolverine, Ciclope, Tempesta, ecc., nell’MCU.

Si dice che se la Marvel volesse riavviare la squadra utilizzando uno qualsiasi degli stessi personaggi del franchise Fox prima del 2025, artisti del calibro di Simon Kinberg, Bryan Singer e co. avrebbero, come minimo, diritto a crediti e compensi e potrebbero anche avere un certo grado di controllo creativo.

Non sappiamo ancora se questo report sia accurato, ma spiegherebbe perché c’è stato praticamente il silenzio radio su tutto ciò che riguarda gli X-Men dal 2019 a oggi, e perché l’unico personaggio mutante affermato che abbiamo visto nell’MCU da allora è il Professor Xavier in Doctor Strange nel Multiverso della Follia, con Sir Patrick Stewart che ha ripreso brevemente il ruolo, e Kelsey Grammar nei panni di Bestia nella scena post-crediti di The Marvels. Anche Hugh Jackman tornerà nei panni di Logan nei prossimi Deadpool & Wolverine.

Ciò non impedirebbe alla Marvel di far debuttare nuovi eroi e cattivi mutanti senza alcun collegamento con i film precedenti, cosa che abbiamo visto quando Kamala Khan è stata definita una mutante nel finale di stagione di Ms. Marvel.

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -