Aquaman

Arriverà nelle nostre sale il primo gennaio, ma negli Stati Uniti sta già facendo parlare (bene) di sé; si tratta di Aquaman, il nuovo film Warner Bros/DC Comics diretto da James Wan che dovrebbe ripulire l’immagine dell’universo condiviso dopo l’incredibile flop di Justice League.

 

Durante la promozione del film, il regista James Wan ha parlato a lungo di ciò che sarebbe potuto essere il film e di quelle che sono state le scene eliminate dal montaggio finale. Durante una conversazione con ComicBook.com, Wan ha dichiarato di essere stato constretto a eliminare delle scene dal film.

In particolare, per evitare che il film non fosse oltremodo lungo, cosa che preoccupava molto il regista, sono state sacrificate delle scene importanti, tra cui quella in cui Arthur impara a respirare sott’acqua. Nelle speranze del regista, la scena in questione e le altre eliminate saranno inserite nelle edizioni in Home Video del film, in Blu-Ray e DVD.

Aquaman: le prime reazioni sono lusinghiere verso James Wan

Aquaman  è stato diretto da James Wan (Insidious, L’evocazione The Conjuring, Fast and Furious 7) e vede protagonista Jason Momoa. Con lui ci sarà Amber Heard nei panni di Mera, Yahya Abdul-Mateen II, Patrick Wilson, Dolph Lundgren, Ludi Lin e  Willem Dafoe. Il cinecomic è arrivato al cinema il 1 Gennaio 2019.

Aquaman è il re dei Sette Mari. Questo sovrano riluttante di Atlantide, bloccato tra il mondo della superficie, costantemente violento contro la vita nel mare e gli Atlantidei che sono in procinto di rivoltarsi, deve occuparsi di proteggere il mondo intero.

Aquaman, recensione del film con Jason Momoa