Jared Harris film

La scalata al successo di Jared Harris si è composta di importanti titoli per il cinema e la televisione, dove l’attore ha potuto dimostrare le sue qualità e la sua capacità di dar vita a personaggi sempre diversi e particolarmente brillanti. Dal volto estremamente caratteristico, Harris è ad oggi uno degli interpreti britannici più richiesti del momento, e grazie ad una serie di successi ha oggi l’occasione di farsi conoscere ben oltre i confini nazionali.

Ecco 10 cose che non sai di Jared Harris.

1Parte delle cose che non sai sull’attore

Jared Harris The Crown

Jared Harris: i suoi film e le serie TV

10. Ha recitato in noti lungometraggi. L’attore ha esordito sul grande schermo con il film Cuori ribelli (1992), per poi affermarsi grazie a titoli come L’ultimo dei Mohicani (1992), con Daniel Day-Lewis, Assassini nati – Natural Born Killers (1994), Dead Man (1995), Smoke (1995), Ocean’s Twelve (2004), di Steven Soderbergh, Lady in the Water (2006), Il curioso caso di Benjamin Button (2008), con Brad Pitt, Sherlock Holmes – Gioco di ombre (2011), Lincoln (2012), Pompei (2014), Operazione U.N.C.L.E. (2015), Allied – Un’ombra nascosta (2016) e Morbius (2021), con Jared Leto.

9. È noto per i suoi ruoli televisivi. Ad aver reso celebre Harris sono stati in particolare i personaggi interpretati per alcune delle maggiori serie TV degli ultimi anni. Dopo aver recitato in Fringe (2008-2012), viene particolarmente apprezzato per il ruolo di Lane Pryce nella serie Mad Men (2009-2012), dove recita accanto a Jon Hamm, Elisabeth Moss e Christina Hendricks. Successivamente è in The Expanse (2015-2017), The Crown (2016-2017), The Terror (2018), Carnival Row (2019), con Orlando Bloom, e Chernobyl (2019), dove recita accanto a Stellan Skarsgård. Nel 2020 è invece nella serie Foundation.

8. Ha ottenuto importanti riconoscimenti. Grazie ai ruoli ricoperti per la televisione, Harris ha potuto affermarsi all’interno dell’industria, che gli ha tributato prestigiosi riconoscimenti in diverse occasioni. Per la serie Mad Men è infatti stato nominato per tre volte ai Sag Awards nella categoria per il miglior cast di una serie drammatica, vincendo il premio nel 2010. Nel 2012 è invece stato nominato agli Emmy Awards come miglior attore non protagonista in una serie drammatica. Grazie a Chernobyl viene invece nominato come miglior attore protagonista sia agli Emmy che ai Golden Globe.

Jared Harris in The Crown

7. Ha condiviso un malanno con il proprio personaggio. Nella serie The Crown, che ripercorre la storia della famiglia reale, Harris ricopre il ruolo di re Giorgio VI. L’attore ha raccontato che, nel momento in cui il suo personaggio, come previsto da copione, si ammalava d’influenza, anche egli era realmente influenzato. Benché questo gli abbia reso difficile recitare, allo stesso tempo gli ha permesso di dar vita ad un’interpretazione più realistica.

6. Non si è ispirato alle precedenti trasposizioni del personaggio. Re Giorgio VI è stato raccontato al cinema nel film Il discorso del re, dove era interpretato dall’attore Colin Firth. A riguardo, Harris ha dichiarato di non essersi lasciato condizionare da tali versioni del personaggio, poiché egli si è trovato a raccontare un momento diverso della sua vita, e ha pertanto cercato di concentrarsi più sulla sua figura di padre che non di monarca.

Indietro