Alice in Wonderland trailer

Il romanzo scritto nel 1865 da Lewis Carroll, Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie è tutt’oggi fonte di grande ispirazione per il cinema. La Walt Disney ne trasse infatti una prima versione animata nel 1951, per poi realizzare a quasi sessant’anni di distanza una versione live-action intitolata Alice in Wonderland, con la regia del visionario Tim Burton.

 

La storia narrata nel film ricalca grossomodo quella riportata nel romanzo di Carroll, e ha per protagonista la giovane Alice, che caduta attraverso la profonda tana di un coniglio si ritrova in un mondo fantastico, popolato da strane creature di tutte le forme e di tutti i colori. Sul suo percorso, Alice si imbatterà in diversi alleati, come il Bianconiglio, il Cappellaio Matto e lo Stregatto, ma anche in alcuni temibili nemici, come la Regina Rossa.

Alice in Wonderland: il cast del film

Per dar vita al suo film, Burton si è assicurato di poter avere con sé alcuni dei suoi attori più ricorrenti. Il personaggio del Cappellaio Matto è infatti stato affidato all’attore Johnny Depp, con il quale vanta una lunga collaborazione. Per l’attore si è trattato di un’occasione unica, attendendo da anni un ruolo come quello. La sua intenzione era inoltre quella di dar vita ad una versione più cupa e psicologicamente complessa del personaggio. Le riprese per Depp si sono però rivelate più difficili del previsto. Dovendo recitare costantemente davanti ad un green screen, l’attore definì questo un vero ostacolo per la sua interpretazione, rendendo faticoso immedesimarsi nella situazione.

L’attrice Mia Wasikowska ricopre invece il ruolo di Alice, la protagonista del film. Ancora pressoché sconosciuta, questa ebbe modo grazie al film di ottenere estrema popolarità, dando poi vita ad una carriera ricca di titoli di successo. A farle ottenere il ruolo, stando a quanto dichiarato da Burton, è stata la sua solennità, che conferiva al personaggio il mood che il regista stava cercando. La Wasikowska vinse così il ruolo battendo rivali come Amanda Seyfried e Lindsay Lohan.

Altri due ruoli fondamentali nel film sono quello della Regina Bianca, interpretata da Anne Hathaway, e della Regina Rossa, interpretata da Helena Bonham Carter, all’epoca moglie di Burton. La prima di queste era stata inizialmente considerata per il ruolo di Alice, ma non volendo ricoprire nuovamente un ruolo simile ad alcuni suoi precedenti, chiese di poter avere una parte diversa. Il film si è inoltre avvalso di un ricco cast di doppiatori, come Alan Rickman, che ha dato voce al Brucaliffo, Christopher Lee, per il Ciciarampa, e Stephen Fry, per lo Stregatto.

Alice in Wonderland: le riprese del film

Per Burton, Alice in Wonderland è stato il primo film girato con la tecnica del 3D. Ciò è dovuto anche al grande impatto che tale formato stava avendo in quegli anni su alcuni film, e dopo il successo di Avatar, anche la Disney era intenzionata a realizzare un film che potesse sorprendere lo spettatore sotto tale punto di vista.

Le riprese del film si sono svolte in normali studi di posa, realizzate con tecnica tradizione, e solo in seguito convertite in tridimensionale. Tale processo è stato motivato come una strategia per risparmiare parte del budget e avere un maggior controllo del girato in fase di montaggio. Il film vanta infatti un budget di circa 200 milioni di dollari, uno dei più grandi nella carriera di Burton.

Per il regista, inoltre, realizzare il film era l’occasione per dar vita ad una trasposizione del romanzo di Carroll basata su una più chiara struttura. Il regista ha infatti più volte dichiarato di non essersi mai sentito attratto dalle altre versioni realizzate negli anni, poiché queste seguivano un andamento “nonsense”, dove Alice finiva con l’apparire più un’osservatrice che una diretta protagonista degli eventi.

Alice in Wonderland cast

Alice in Wonderland: box office, sequel, streaming e trailer

Distribuito in tutto il mondo nel marzo del 2010, il film ha ricevuto un’accoglienza mista da parte della critica, la quale ne elogiava le stravaganze e alcune invenzioni visive, ma criticava invece la mancanza di quel realismo che ha sempre contraddistinto le opere di Burton, accusato qui di aver ceduto alla CGI. L’accoglienza di pubblico fu invece particolarmente entusiasmante, e il film arrivò a guadagnare oltre un miliardo di dollari a livello globale, di cui 30 milioni nella sola Italia. Questo ha permesso al film di affermarsi come uno dei maggior incassi nella storia del cinema.

Il film ottenne poi anche tre nomination al premio Oscar, rispettivamente nelle categoria “migliori effetti speciali”, “migliori costumi” e “migliore scenografia”, trionfando in queste ultime due. Dato il grande successo, la Disney non ha mancato di confermare la realizzazione di un sequel, uscito poi al cinema nel 2016 con il titolo di Alice attraverso lo specchio, liberamente ispirato al romanzo di Carroll Attraverso lo specchio e quel che alice vi trovò.

Ad oggi gli appassionati del film, o coloro che non l’avessero ancora visto, possono fruirne grazie alla sua presenza su alcune delle principali piattaforme streaming presenti in rete. Alice in Wonderland è infatti presente nel catalogo di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Tim Vision e, ovviamente, su Disney+. In base a quale di queste si sceglierà, sarà sufficiente sottoscrivere un abbonamento generale o noleggiare il singolo film, potendo poi vederlo in tutta comodità.

Fonte: IMDb