Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie film

Uscito nel 2011, L’alba del pianeta delle scimmie è stato il settimo capitolo della celebre saga iniziata nel 1968. È inoltre anche il primo titolo di una nuova trilogia dedicata a tale universo narrativo. Si tratta di un vero e proprio reboot, che porta gli spettatori a scoprire le origini e le motivazioni dietro l’ascesa dei primati e la decadenza della razza umana. Acclamata per i suoi incredibili effetti speciali, comprendenti l’utilizzo di motion capture per le scimmie protagoniste, la pellicola ha poi avuto due sequel, il primo dei quali è Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie (qui la recensione sul film), uscito nel 2014 per la regia di Matt Reeves.

Il finale del primo film lasciava infatti in sospeso una serie di questioni che permettevano di dar vita a nuovi seguiti, continuando così ad esplorare l’avvento della civiltà delle scimmie. A distanza di soli tre anni sono sbalorditivi i progressi fatti nell’utilizzo degli effetti speciali tramite motion capture, che permettono di dar vita a personaggi animali estremamente realistici e curati sino al minimo dettaglio. Questo secondo capitolo, inoltre, si presenta come particolarmente più cupo rispetto al precedente, dando vita ad un contesto sempre più segnato dalla guerra e dalla decadenza dell’umanità.

A fronte di un budget di 170 milioni, Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie è arrivato a guadagnarne ben 502, confermandosi un grande successo. A questo, tre anni dopo, sarebbe seguito un capitolo conclusivo di quella che ad oggi è una delle trilogie di fantascienza più recenti di maggior fascino. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie: la trama del film

Dieci anni dopo gli eventi del primo film, San Francisco è ora una città devastata dall’ALZ-113, il virus sviluppato per curare l’Alzheimer ma rivelatosi poi mortale per il genere umano. In questo contesto convivono due gruppi distinti. Da un lato gli unici umani superstiti del pianeta che tentano di sopravvivere nonostante la scarsità di risorse. Dall’altro un coeso gruppo di scimmie che, rese evolute dallo stesso farmaco, vivono pacificamente nella foresta di sequoie della città. Il precario equilibrio si interrompe quando Dreyfus, leader degli umani, invia lo scienziato Malcolm e alcuni compagni armati nel territorio delle scimmie, sebbene quest’ultime lo avessero severamente vietato.

L’obiettivo è quello di accedere ad una diga nei pressi della foresta per riottenere l’energia elettrica. Seppur inizialmente riluttante, il leader delle scimmie Cesare accetta la permanenza degli umani, a patto che le armi non vengano mai usate. Inizia così una delicata convivenza, continuamente minacciata dallo scoppio della tensione. Pur se con qualche difficoltà, tutti riescono ad integrarsi. Tutti tranne Koba, un bonobo rancoroso nei confronti degli umani per gli esperimenti che anni prima lo hanno sfregiato. Egli non sopporta la loro presenza nella foresta e pur di vendicarsi è disposto a tutto, anche a rinnegare il codice morale delle scimmie e il suo stesso leader.

Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie cast

Apes Revolution – Il paese delle scimmie: il cast del film

Protagonista assoluto del film è lo scimpanzé Cesare, sempre più intelligente e ora leader delle scimmie. A dargli vita è naturalmente ancora una volta il celebre Andy Serkis, considerato un vero e proprio maestro nonché massimo esponente della motion capture. Dopo aver interpretato con tale tecnica personaggi come Gollum e King Kong, egli ha intrapreso un lungo processo di studio al fine di poter rappresentare nel modo più realistico possibile il primate. Per riuscirvi ha basato il comportamento di Cesare su quello di un vero scimpanzé, con il quale è stato a stretto contatto per diverso tempo, studiandone anche la postura e le movenze. I tratti del volto di Cesare, inoltre, sono stati modificati al fine di farli assomigliare a quelli di Serkis.

Ad interpretare la scimmia ribelle Koba, vi è l’attore Toby Kebbell, il quale a sua volta ha dovuto sottoporsi ad una rigida preparazione al fine di risultare realistico nei movimenti. L’attrice Karin Konoval riprende il ruolo della scimmia Maurice, vice comandante di Cesare. L’attrice Judi Greer assume qui il ruolo della scimmia Cornelia, sostituendo l’attrice che la interpretava nel precedente film. Nel ruolo dell’umano Malcolm, invece, vi è l’attore Jason Clarke, entusiasta di recitare in una saga da lui molto amata. Il premio Oscar Gary Oldman è invece l’antagonista secondario Dreyfus, mentre Keri Russell è Ellie, compagna di Malcolm. Kodi Smit-McPhee, infine, è Alexander, il figlio di Malcolm.

Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie: il sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Come anticipato, nel 2017 è uscito il capitolo conclusivo di questa nuova trilogia dedicata a Il pianeta delle scimmie. Si tratta di The War – Il pianeta delle scimmie, nuovamente diretto da Reeves e con Serkis per la terza volta nei panni del leader Cesare. Questo terzo capitolo, il più cupo tra tutti, porta in scena un mondo ancor più desolato e ormai quasi del tutto in mano alle scimmie. Ad opporsi a loro vi è il perfido colonnello J. Wesley McCullough, interpretato da Woody Harrelson. Tra grandi effetti speciali, memorabili interpretazioni e un grande racconto si conclude così una vicenda quantomai appassionante.

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie è infatti disponibile nel catalogo di Rakuten TV, Google Play, Tim Vision, Disney+ e Amazon Prime Video. Per vederlo, basterà noleggiare il singolo film, avendo così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di lunedì 14 giugno alle ore 21:20 sul canale Italia 1.

Fonte: IMDb