Casino (1995) Robert De Niro as Sam 'Ace' Rothstein

Con il film del 1995 Casinò, il regista premio Oscar Martin Scorsese firma quello che è considerato l’ultimo capitolo di una trilogia sulla mafia, iniziata con Mean Streets e proseguita con Quei bravi ragazzi. Per dar vita a questo nuovo epico racconto, egli si affida ai suoi attori più ricorrenti: Robert De Niro e Joe Pesci. Nasce così uno dei suoi titoli più importanti degli anni Novanta, tutt’oggi ricordato per i suoi personaggi, la regia e i contenuti come sempre controversi. La storia si basa infatti su una vicenda reale, ambientata nel mondo della criminalità organizzata e dei suoi loschi traffici.

 

Fonte di ispirazione è infatti il libro Casino: Love and Honor in Las Vegas, scritto e pubblicato nel 1995 da Nicholas Pileggi, il quale ha poi collaborato alla sceneggiatura del film insieme allo stesso Scorsese. Questo è la biografia delle attività criminali dei mafiosi Frank “Lefty” Rosenthal e Anthony “The Ant” Spilotro. I due diedero vita ad una vera e propria fortuna nel mondo dei casinò della Las Vegas degli anni Ottanta. Lo stesso Rosenthal collaborò poi al film in qualità di supervisore alla storia, assicurandosi che venisse raccontata la realtà dei fatti. Questi fornì infatti una serie di informazioni altrimenti introvabili, ottenendo in cambio di poter incontrare De Niro, di cui era da sempre un fan.

Le riprese si rivelarono poi particolarmente impegnative, prevedendo una grande quantità di location e ricostruzioni storiche. Per Scorsese era infatti fondamentale riuscire a trasmettere l’atmosfera che si poteva respirare nei veri casinò dove avvennero i fatti qui narrati. Al momento dell’arrivo in sala, Casinò si rivelò poi uno dei maggiori successi economici del regista, apprezzato proprio per il grande lavoro svolto sull’epoca. A fronte di un budget di circa 52 milioni di dollari, il titolo arrivò ad incassarne globalmente circa 116, con ulteriori 20 milioni derivati dalle vendite per l’home-video. Il film si affermò poi anche durante la stagione dei premi, guadagnando nomination ai Golden Globe e agli Oscar.

Casinò: la trama del film

Protagonista del film è Sam Rothstein, soprannominato “Asso” poiché estremamente bravo con le scommesse. Grazie alla sua fortuna con queste, egli riesce a rendere particolarmente ricco il suo boss, Remo Gaggi. Per ripagarlo, questi gli affida la gestione di un casinò di nuova apertura a Las Vegas, il Tangiers. In breve tempo, con la complicità di Phillip Green, egli riesce ad ottenere straordinari profitti, che non mancano di attirare anche attenzioni indesiderate. Per controllare gli affari di Sam, Gaggi gli affianca Nicky Santoro. Questi, tuttavia, si rivela ancor più spregiudicato negli affari, e con i suoi metodi barbari rischia di compromettere i traffici illeciti tanto difficilmente costruiti da Sam. Le preoccupazioni di questo, però, vengono momentaneamente alleviate dall’incontro con Ginger McKenna.

La donna diventa da subito il principale interesse di Sam, che le chiede di sposarlo. Mentre egli è impegnato da un punto di vista sentimentale, Nicky continua a gestire il casinò, facendosi però notare dalla legge. Per i due uomini hanno così inizio una serie di problemi che potrebbero in breve tempo distruggere tutta la popolarità faticosamente acquistata negli anni. Nel tentativo di gestire le indagini dei federali, i due dovranno cercare di riuscire a gestire la complessa situazione e i loro illeciti. A sgretolarsi non è però soltanto la fortuna economica di Sam. Anche il suo matrimonio inizia ad andare in pezzi, con inevitabili ripercussioni anche sulle altre sue attività. Per la prima volta nella sua vita, Asso avrà così la sensazione di essere stato abbandonato dalla sua infallibile fortuna.

Casinò cast

Casinò: il cast del film

Come sempre, Scorsese si affida ad un gruppo di fidati attori per i ruoli più importanti, mentre si circonda di una serie di interpreti meno noti ma ugualmente caratteristici per i personaggi di minor rilievo. Nel ruolo del protagonista Sam Rothstein si ritrova Robert De Niro. Per prepararsi al ruolo l’attore intraprese come sempre delle lunghe ricerche. Ad aiutarlo particolarmente, però, fu la possibilità di incontrare la vera personalità su cui il suo personaggio si basava. Frank Rosenthal si dichiarò infatti disponibile ad incontrare l’attore, suggerendogli spunti e dettagli per la sua interpretazione. Accanto a lui si ritrova l’amico Joe Pesci, che con il ruolo di Nicky Santoro dava vita ad un nuovo personaggio insensibile e violento.

Per il ruolo di Ginger Scorsese scelse invece l’attrice Sharon Stone, con la quale non aveva mai lavorato prima. Ottenere la parte non fu però facile per l’attrice. Molti dei suoi tentativi di incontrare il regista sfumarono per problemi di varia natura, e dopo aver infine sostenuto un provino non ebbe notizie per mesi. Quando ormai credeva di aver perso l’occasione, venne ricontattata dalla produzione, la quale le comunicava che aveva ottenuto il ruolo. L’attrice lavorò poi molto sul suo personaggio, suggerendo modifiche estetiche e caratteriali, e la sua interpretazione venne apprezzata a tal punto da farle guadagnare una nomination all’Oscar, l’unica del film. In Casinò vi è poi anche James Woods nei panni del pappone Lester Diamons, mentre Frank Vincent ricopre quelli di Frank Marino, braccio destro di Nicky.

Casinò: la vera storia dietro al film

Seppur romanzata, come si è già accennato quella narrata nel film è una storia vera, realmente avvenuta tra i casinò di Las Vegas. Protagonista delle reali vicende è Frank Rosenthal, classe 1929, il quale grazie ai suoi successi nel gioco d’azzardo ottenne l’affidamento dei casinò Stardust, Fremont e Hacienda. Egli si distinse per le sue idee brillanti e particolarmente vincenti, come il far inserire una sala scommesse all’interno di questi locali. Lo Stardust, in particolare, divenne sotto la sua supervisione uno dei centri di gioco d’azzardo più rinomati al mondo. Le cose prendono per Rosenthal una brutta piega a partire dal 1976. In quell’anno, infatti, le autorità scoprono che egli gestiva questi casinò senza una regolare licenza.

A partire da qui egli viene coinvolto in una serie di processi, durante i quali si guadagna il soprannome di “Lefty”, ovvero mancino. Con la reputazione ormai distrutta, Rosenthal sopravvive ad un attentato nel 1982 ed ebbe modo di sposarsi con Geraldine McGee, dalle quale però divorzierà tragicamente nei primi anni Ottanta. La sua carriera termina definitivamente nel momento in cui nel 1988 il giudice Joseph Pavlikowski inserisce il suo nome nel libro nero, di fatto bandendolo da ogni casinò del Nevada. Sconfitto, egli si trasferì a Miami, dove poté comunque continuare a scommettere con successo su eventi sportivi. Dopo essere stato coinvolto nella lavorazione del film di Scorsese, Rosenthal morì nella nota città della Florida nel 2008, all’età di 79 anni.

Casinò: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Sfortunatamente, il film Casinò non è attualmente presente in nessuna delle principali piattaforme streaming oggi disponibili in rete. Per vederlo è pertanto necessario affidarsi a DVD o Blu-ray fisici. In alternativa, è possibile guardarlo in televisione grazie alla sua programmazione nel palinsesto. Il film sarà infatti trasmesso in TV lunedì 2 novembre alle ore 21:20 sul canale Cielo.

Fonte: IMDb, HistoryvsHollywood