Chiamami col tuo nome film

Con il film Chiamami col tuo nome, diretto nel 2017 dal regista italiano Luca Guadagnino, si conclude la cosiddetta Trilogia del desiderio, comprendente anche Io sono l’amore e A Bigger Splash, diretti dallo stesso regista. Tale film si è rivelato un grandissimo successo al momento della sua uscita, divenendo uno dei titoli più apprezzati dell’anno, come anche uno dei più premiati a livello internazionale. Tutto merito di una serie di fattori che ne hanno segnato l’unicità. Dalle location agli attori protagonisti, dalla colonna sonora alla sua brillante sceneggiatura scritta da James Ivory e premiata con l’Oscar.

 
 

Quest’ultima è tratta dall’omonimo romanzo scritto nel 2007 dallo scrittore egiziano André Aciman. L’idea di dar vita ad una trasposizione di questo libro era nell’aria sin dal momento della sua uscita, ma soltanto dopo diversi anni il progetto si è infine concretizzato. Inizialmente, a dirigere la pellicola avrebbe dovuto essere lo stesso Ivory, che si è però poi tirato indietro lasciando la regia a Guadagnino. Questi era infatti stato giudicato il regista giusto per dar vita alla passionale storia d’amore tra i due protagonisti. Il suo stile si è così fuso con il tono del racconto, dando vita ad una storia di formazione particolarmente toccante e capace di comunicare ad ogni tipo di pubblico.

Il grande interesse generatosi intorno al film lo ha portato ad essere uno dei maggiori successi al box office del suo anno. A fronte di un budget di 3.5 milioni di dollari, il film è stato infatti in grado di guadagnare oltre 41 in tutto il mondo. In Italia ha incassato un totale di oltre 4 milioni, divenendo uno dei titoli più visti della stagione. Il film ha poi conosciuto ulteriore popolarità grazie alle sue numerose vittorie durante la stagione dei premi cinematografici, arrivando ad ottenere ben quattro nomination ai Premi Oscar. Chiamami col tuo nome ha inoltre il merito di aver fatto diventare Guadagnino una vera e propria star internazionale, e i due attori protagonisti sono oggi tra i più richiesti del momento.

Chiamami col tuo nome: la trama del film

La vicenda narrata nel film si svolge nelle campagne circostanti la città di Crema, in Lombardia, durante l’estate del 1983. È qui che il diciassettenne americano Elio si ritrova a passare la bella stagione in compagnia dei suoi genitori. Egli però non si getta nelle stesse avventure dei suoi coetanei, preferendo dilettarsi nella musica classica, nella letteratura e nello studio dell’arte. Elio è infatti figlio di un noto professore universitario specializzato nella cultura greco-romana. Questi, durante il soggiorno nella città italiana, è solito ospitare un suo studente per aiutarlo nelle sue ricerche per il dottorato. Quest’anno è l’affascinante Oliver a soggiornare presso la famiglia, e la sua presenza sarà motivo di grande distrazione per Elio.

Il ragazzo, infatti, rimane conquistato dai modi e dall’intelligenza del giovane studente, e farà di tutto pur di far colpo su di lui. Allo stesso tempo, Oliver si dimostra incuriosito da Elio, e tende a passare molto tempo in sua compagnia. Più si conoscono, più i due intrecceranno un’irresistibile storia d’amore, che porterà Elio a scoprire lati di sé stesso fino a quel momento sconosciuti. Gestire quel rapporto non è però semplice, non per via del possibile giudizio altrui quanto del proprio. Elio dovrà infatti imparare a conoscersi, a conoscere Oliver e abbandonarsi all’amore. Il tempo a loro disposizione non è però molto, e l’estate non durerà in eterno. Tutto ciò che il ragazzo sa, è che quel periodo cambierà per sempre la sua vita.

Chiamami col tuo nome: il cast del film

Per poter costruire una convincente e appassionante storia d’amore, per il regista era necessario trovare gli interpreti adatti per i ruoli principali. Egli conobbe però quasi per caso il giovane Timothée Chalamet, che recitava sin da bambino e fino a quel momento era apparso in Interstellar e Le verità sospese. Da subito Guadagnino riconobbe in lui l’interprete giusto per la parte di Elio. Chalamet sembrava infatti possedere l’ambizione, la sensibilità e l’ingenuità caratteristiche del personaggio. Prima di accettare la parte, però, l’attore decise di leggere sia il romanzo che la sceneggiatura, rimanendone incantato. Per prepararsi al ruolo egli decise di arrivare in Italia diverse settimane prima dell’inizio delle riprese, così da avere modo di imparare i rudimenti della lingua italiana. La sua interpretazione risultò poi una delle più apprezzate dell’anno, e lo portò alla sua prima nomination al premio Oscar.

Il ruolo di Oliver sembrava invece inizialmente destinato all’attore Shia LaBeouf, il quale alla fine non venne però ritenuto adatto. Al suo posto, il regista pretese Armie Hammer. Guadagnino lo aveva scoperto vedendolo recitare nel film The Social Network e rimase così affascinato dalle sue capacità che desiderò a lungo poter lavorare con lui. Diverso tempo prima che il film entrasse in produzione egli propose così il ruolo all’attore. Questi però si trovò inizialmente a rifiutare la parte, considerando troppo forte la carica emotiva richiesta dal personaggio. A spaventarlo erano anche le diverse scene di nudo integrale presenti inizialmente nella sceneggiatura, ma poi rimosse. Egli si decise però poi ad accettare la parte, considerandola una sfida fondamentale per la sua carriera di attore.

Nel film è poi presente il noto attore Michael Stuhlbarg, celebre per aver recitato in diversi film di grande successo. Qui egli interpreta il padre di Elio, e per prepararsi a tale personaggio l’attore dichiarò di aver a sua volta letto il libro da cui è tratta la storia. Egli è poi protagonista di una delle scene più famose, dove pronuncia uno dei monologhi più memorabili del film. Ad interpretare la madre di Elio è invece Amira Casar, celebre per i suoi numerosi ruoli in pellicole europee. Esther Garrel è invece Marzia, amica e inizialmente amante di Elio. Victoire Du Bois è invece Chiara, sorella di Marzia, la quale si invaghirà dell’affascinante Oliver. Nel film vi è inoltre anche un cameo di Aciman, autore del romanzo, e che compare nel ruolo di Mounir, un ospite presso la casa dei protagonisti.

Chiamami col tuo nome: il sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Sin dall’anterprima del film al Sundance Film Festival, Guadagnino aveva accennato circa la possibilità di dar vita ad un sequel del film. Egli affermò infatti che ancora molto si potrebbe raccontare dei due personaggi principali. A seguito del grande successo di Chiamami col tuo nome, la possibilità di rivedere Elio e Oliver in nuove avventure sul grande schermo divenne sempre più concreta. Durante la cerimonia dei premi Oscar del 2018 egli ha infine confermato di star lavorando ad una nuova storia insieme allo stesso Aciman. Il sequel si dovrebbe realizzare quanto prima, e dovrebbe essere ambientato nel corso degli anni Novanta, quando i due protagonisti ormai cresciuti si ritrovano inaspettatamente.

Nell’attesa che il sequel venga realizzato, però, per gli appassionati del film sarà possibile fruirne grazie alla sua presenza nel catalogo di alcune delle principali piattaforme streaming oggi disponibili. Chiamami col tuo nome è infatti presente su Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Netflix, Tim Vision e Amazon Prime Video. In base alla piattaforma scelta, sarà possibile noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale al catalogo. In questo modo sarà poi possibile fruire del titolo in tutta comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre in programma in televisione per mercoledì 14 ottobre alle ore 21:10 sul canale Rai Movie.

Fonte: IMDb