Frozen film

Tutto ebbe inizio nel 2013, quando la Disney rilasciò nei cinema di tutto il mondo il film Frozen, diretto da Chris Buck e Jennifer Lee. In breve tempo, fu chiaro che tale titolo era destinato a diventare un prodotto di proporzioni colossali, che avrebbe dato vita ad uno dei franchise più imponenti dell’ultimo decennio. Con il trionfo agli Oscar, dove ottenne il premio al miglior film d’animazione e alla miglior canzone originale, Frozen si affermò come uno dei più grandi successi animati di sempre, dando così il via alla sua solida fortuna.

 
 

Amato e ricercato ovunque, oggi Frozen è un brand espansosi ai videogiochi, alle attrazioni da parco giochi, ai libri, giocattoli, fumetti, e vanta una lunga serie di cortometraggi, serie animate e musical. La musica, infatti, è un elemento centrale del film, e le canzoni in esso contenuto sono oggi tra le più ascoltate e vendute di sempre. Dopo anni di attesa, infine, nel 2019 è arrivato al cinema il sequel ufficiale, Frozen II – Il segreto di Arendelle, che ha ulteriormente aumentato i consensi intorno a sé.

Con un budget complessivo di 300 milioni di dollari, i due film hanno infranto numerosi record al momento della loro uscita, affermandosi tra i titoli più visti del loro rispettivo anno. L’incasso complessivo a livello mondiale è di 2,7 miliardi di dollari, e ciò li ha portati ad essere tra i film d’animazione e non più redditizi di sempre, riuscendo nell’impresa tutt’altro che semplice di superare il miliardo di dollari a testa. Dato un simile successo, è lecito aspettarsi altri sequel cinematografici per il futuro, ma in attesa che questi vengano annunciati è bene prepararsi sui primi due scoprendo le loro origini e le loro curiosità.

Frozen: la trama dei film

Frozen – Il Regno di Ghiaccio (2013)

Frozen personaggi

Protagoniste di Frozen – Il Regno di Ghiaccio sono Elsa e Anna, principesse del regno di Arendelle. La prima delle due sorelle possiede lo strabiliante dono di manipolare il ghiaccio, ma tale potere si rivela particolarmente pericoloso, e in seguito ad un incidente i reali decidono di confinare la piccola lì dove non può nuocere a nessuno. Anni dopo però, i due regnanti muoiono improvvisamente, ed Elsa è chiamata a salire al trono. Durante la festa dell’incoronazione, Anna si invaghisce del principe Hans e accetta la frettolosa proposta di sposarlo. Le rimostranze di Elsa scatenano una furibonda lite tra le sorelle e la neo regina perde nuovamente il controllo dei suoi poteri, gettando Arendelle in un rigido e nevoso inverno.

Fuggita per paura di quanto causato, Elsa si esilia nuovamente in un castello di ghiaccio da lei costruito. È qui che Anna dovrà recarsi, nel disperato tentativo di placare l’ira della sorella e riportare la tranquillità nel regno. Affidata la reggenza temporanea ad Hans, la giovane intraprende il rischioso viaggio, durante il quale si imbatterà nell’umano Kristoff, nella renna Sven e nel pupazzo di neve Olaf. Mentre è concentrata sulla sorella, però, Anna non sa che rimasto nel regno Hans trama malvagi piani alle sue spalle. Riappacificarsi con la sorella e comprendere l’una i bisogni dell’altra sarà l’unico modo per far tornare tutto alla tranquillità.

Frozen II – Il segreto di Arendelle (2019)

Frozen canzoni

Con Frozen II – Il segreto di Arendelle ci si trova a 3 anni dagli eventi del precedente film, e il regno di Arendelle sembra finalmente aver ritrovato la pace. Elsa ha ormai imparato a controllare i suoi straordinari poteri, mentre Anna ha trovato in Kristoff l’amore della sua vita. Improvvisamente però, la tranquillità del regno viene ad essere turbata da una nuova minaccia, proveniente stavolta dal passato. Elsa, infatti, si trova ad essere richiamata da un canto misterioso proveniente dalla foresta e che solo lei riesce a sentire.

Prima che possa rendersene conto, quella voce risveglia in lei poteri nascosti e antichissimi, legati ad alcuni misteriosi spiriti che avevano già avuto a che fare tempo addietro con la sua famiglia. Improvvisamente, una serie di maledizioni si imbattono sul regno. Le due sorelle, in compagnia dei loro amici, dovranno così risolvere il mistero legato alla morte dei loro genitori. Pronti a dirigersi a Nord, dove si trova il regno dominato dall’autunno, il gruppo non ha la minima idea di quali segreti li aspettano. Per Elsa, infatti, è giunto il momento di sapere da dove deriva il suo incredibile potere.

Frozen: i personaggi e i doppiatori

Come si deduce dalla trama dei film, la protagonista assoluta dei film è Elsa, regina di Arendelle riservata e dal traumatico passato. Dotata del potere di controllare il ghiaccio, questo si è a lungo rivelato una maledizione per lei, fino a quando non ha imparato a controllarlo grazie all’amore. La sorella minore, Anna, ha invece un carattere particolarmente in contrasto con quello di Elsa. Lei è forte, coraggiosa e determinata, devota all’avventura e all’amore, che infine troverà in Kristoff. Questi, orfano sin da bambino, è cresciuto scontroso e rozzo insieme ai troll che lo hanno allevato. Il suo è però un cuore d’oro, che verrà sciolto proprio da Anna. A loro si affiancano la renna Sven, fedele compagna di Kristoff, e il pupazzo di neve parlante Olaf, buffo, ingenuo ma molto tenero.

A doppiare questi personaggi sono stati chiamati alcuni nomi celebri di Hollywood. Kristen Bell è infatti la voce originale di Anna, che in italiano è invece doppiata dall’attrice Serena Rossi. Per il ruolo di Elsa la Disney ha invece scelto la cantante Idina Menzel, doppiata da Serena Autieri per la lingua italiana. Il personaggio di Kristoff ha invece la voce di Jonathan Groff, mentre celebre è il doppiaggio del pupazzo Olaf, che se in inglese vanta la voce di Josh Gad, in italiano ha quella del comico Enrico Brignano. Nel primo film, inoltre, è possibile udire la voce di Alan Tudyk nei panni del Duca di Weselton. Per il sequel, invece, oltre alle voci fin qui citate si sono aggiunte quelle di Evan Rachel Wood per il personaggio di Iduna e quella di Sterling K. Brown per il ruolo di Mattias.

Frozen: le origini della storia e le differenze con la fiaba originale

La storia di Frozen è basa sulla fiaba La regina delle nevi, scritta nel 1844 dal danese Hans Christian Andersen. Questi è noto in particolare per essere stato l’autore di racconti come La principessa sul pisello, Mignolina, La sirenetta, Il brutto anatroccolo e La piccola fiammiferaia. Dalle sue opere, incentrate su tematiche come il diverso e il doppio, sono state tratte diverse trasposizioni cinematografiche, tra cui in ultimo quella di Frozen. Realizzare tale film, tuttavia, non fu affatto semplice per il celebre studios. Walt Disney aveva intenzione di realizzarne un film già negli anni Quaranta, ma alla fine il progetto venne sempre rinviato. Ciò  anche a causa degli eredi di Andersen, non disposti a cedere i diritti.

Pur riuscendo infine ad ottenere il permesso di realizzare il film, la Disney si trovò a stravolgere non poco la storia raccontata in La regina delle nevi. La trama originale, infatti, ruota intorno al personaggio di Gerda, una bambina che intraprende un viaggio per salvare l’amato Kay dalle grinfie della Regina delle Nevi, la quale ha ipnotizzato il giovane. Nel film Frozen, invece, tutto ruota intorno al legame tra le due sorelle, completamente inesistente nel racconto di Andersen. I produttori del film, inoltre, scrissero il personaggio della regina delle nevi, poi chiamato Elsa, affinché avesse una propria redenzione finale, discostandosi così dalla crudeltà dell’originale.

Per la Disney, infatti, era necessario aggiungere complessità al personaggio di Elsa, che si afferma così con il non essere la solita principessa di turno. Ella è infatti sia antagonista che protagonista, e attraverso il percorso che la porta dall’uno all’altro valore dà luogo ad uno dei temi fondamentali del film, ovvero l’accettazione di sé stessi. La studios ha poi proseguito con l’aggiungere gli altri personaggi principali precedentemente citati, arricchendo il racconto di elementi comici e sentimentali. Tali differenze, se anche allontanano il film dalla sua fonte letteraria, hanno permesso di dar vita a soluzioni narrative più soddisfacenti per il mezzo cinematografico, nonché ad una storia in linea con i valori della Disney.

Frozen: le canzoni dei film e dove trovare questi in streaming

I due film di Frozen sono diventati celebri grazie alle canzoni presenti al loro interno. Tali brani, cantati esclusivamente dallo stesso cast di doppiatori, hanno infatti la funzione di contribuire alla descrizione dei personaggi e del loro stato d’animo. Il più celebre di tutti, nonché motivo portante della serie, è certamente Let It Go. Tale brano ha poi vinto il premio Oscar alla miglior canzone originale. Anche il sequel del 2019 ha conosciuto particolare popolarità grazie ai nuovi brani presentati, tra cui Into the Unknown, candidato anch’esso nella medesima categoria degli Oscar senza però riportare la vittoria.

Per gli appassionati dei due film, o per chi volesse vederli per la prima volta, è possibile fruirne grazie alla loro presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. I due film di Frozen sono infatti presenti nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Tim Vision e Amazon Prime Video. Sono inoltre disponibili su Disney+, piattaforma ufficiale dello studios. Per vederli, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarli in totale comodità e al meglio della qualità video.

Fonte: IMDb, ScreenRant