Melissa Leo film

Con una carriera iniziata in televisione e proseguita al cinema, l’attrice Melissa Leo ha conquistato ruolo dopo ruolo sempre maggiori attenzioni e onori. A partire dal nuovo millennio, in particolare, ha avuto modo di partecipare ad una serie di importanti titoli che ne hanno messo in luce la versatilità e il talento, portandola ai massimi riconoscimenti dell’industria. Ad oggi l’attrice continua ad essere particolarmente impegnata, divisa tra produzioni di vario genere, e sempre pronta a dimostrare nuove sfumature del proprio talento.

Ecco 10 cose che non sai di Melissa Leo.

Melissa Leo The Fighter

1Parte delle cose che non sai sull’attrice

 

Melissa Leo: i suoi film e le serie TV

10. Ha recitato in celebri lungometraggi. Il debutto cinematografico dell’attrice avviene nel 1985 con il film Prostituzione, di cui è protagonista. Negli anni successivi, però, si dedica prevalentemente alla televisione, e tornerà a recitare in un film di rilievo soltanto nel 2003 con 21 grammi, con Sean Penn. Successivamente, prende parte a titoli come Le tre sepolture (2005), di Tommy Lee Jones, The Cake Eaters (2007), Frozen River – Fiume di ghiaccio (2008), Sfida senza regole (2008), con Robert De Niro, Stanno tutti bene (2009) e The Fighter (2010), con Christian Bale, con cui si consacra. Negli anni seguenti, è invece nel cast di Flight (2012), Attacco al potere (2013), Oblivion (2013), con Tom Cruise, Prisoners (2013), The Equalizer (2014), La grande scommessa (2015), Snowden (2016), La donna più odiata d’America (2017) e The Equalizer 2 – Senza perdono (2018), con Denzel Washington.

9. Ha preso parte a note produzioni televisive. Tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, la Leo ha recitato prevalentemente in ruoli di rilievo per la televisione, affermandosi in particolare per le serie I ragazzi della prateria (1989-1990) e Homicide, dove recita dal 1993 al 1997 nel ruolo di Kay Howard. Terminata la serie, l’attrice ha ripreso a dedicarsi anche al cinema, dove ha ottenuto importanti risultati. Negli anni, tuttavia, non ha mancato di tornare sul piccolo schermo per serie e film come Treme (2010-2013), con John Goodman, Mildred Pierce (2011), Wayward Pines (2015), All the Way (2016), con Bryan Cranston, I’m Dying Up Here (2017-2018), e Un volto, due destini (2020).

8. Ha numerosi progetti futuri. Attualmente la Leo è più impegnata che mai, divisa tra numerosi film di prossima uscita che le permetteranno di imporsi nuovamente nell’industria e presso il grande pubblico. Il primo di questi titoli è il crime Body Brokers, con l’attore Frank Grillo. A seguire, sarà nell’action comedy Thunder Force, con Melissa McCarthy, nel thriller Measure of Revenge, nel drammatico Coast, nell’action Ida Red, in Shelter con Zazie Beetz, e nel drammatico Always on My Mind.

Melissa Leo e gli Oscar

7. Ha vinto il prestigioso premio. Nel 2011 l’attrice ottiene alcuni tra i maggiori riconoscimenti dell’industria per il ruolo di Alice Ward, madre del protagonista, in The Fighter. Tra questi, viene candidata come miglior attrice non protagonista al premio Oscar, che poi infine vince, consacrando la propria carriera. La Leo, inoltre, non era alla sua prima nomination, essendo già stata candidata nel 2008 come attrice protagonista per il film Frozen River – Fiume di ghiaccio, ma in quell’occasione venne sconfitta da Kate Winslet.

6. Il suo discorso è rimasto memorabile. Nel salire sul palco a ritirare il premio, l’attrice si è dimostrata particolarmente emozionata e sconvolta, a tal punto da rimanere inizialmente senza parole. Il silenzio viene tuttavia poi interrotto da quello che sarebbe diventato uno dei discorsi più memorabili di quell’edizione. In preda all’emozione, infatti, la Leo non si contiene ed esclama “When I watched Kate two years ago, it looked so f***ing easy”, riferendosi alla vittoria della Winslet l’anno in cui erano entrambe candidate. L’imprecazione genera immediatamente grandi risate e apprezzamenti per l’onesta, facendo della Leo la star della serata.

Indietro