Hysteria film

Molto spesso al cinema vengono raccontate invenzioni o scoperte scientifiche che hanno cambiato per sempre la vita del genere umano. L’oggetto al centro del film Hysteria, diretto nel 2011 da da Tanya Wexler, può a suo modo rientrare perfettamente in tale categoria. In esso si racconta infatti la soluzione che nella Londra del XIX secolo venne adottata per curare l’isteria: il vibratore. Attraverso una commedia maliziosa, si snoda così in modo in parte romanzo in parte fedele a quanto realmente avvenuto, una vicenda poco nota che spesso rappresenta anche un tabù.

 

Nell’Ottocento, infatti, l’isteria era considerato un problema psichiatrico di più o meno grave entità. Questa prevedeva sintomi quali attacchi nevrotici, convulsioni, annebbiamento della vista, e simili. Per cercare un rimedio a tale malattia, si cercò e sperimentò una cura consistente nel raggiungimento del parossismo tramite stimolazione. Le donne affette da tale disturbo trovavano aiuto in ciò proprio grazie all’oggetto oggi noto come vibratore.

Proprio per questo aspetto, il film faticò non poco a trovare finanziatori. La sceneggiatrice Jonah Lisa Dyer ha impiegato infatti oltre 7 anni per trovare qualcuno che credesse in tale storia, riuscendo infine nella sua impresa. Grazie anche al coinvolgimento di celebri attori, Hysteria ha poi goduto di un’ampia promozione e distribuzione. Accolto con pareri generalmente favorevoli dalla critica, che ne elogiava il tono e il sarcasmo, il film ha poi guadagnato circa 9 milioni di dollari al box office, affermandosi come un discreto successo.

Hysteria: la trama del film

La storia del film si apre sulla Londra del 1880, dove il giovane medico Mortimer Granville si fa conoscere grazie ai suoi metodi bizzarri e alle teorie rivoluzionarie, le quali però entrano in contrasto con quanto professato sino a quel momento in materia. Per questo motivo, egli finisce con l’essere allontanato dalle varie strutture ospedaliere presso cui opera. Alla disperata ricerca di un nuovo impiego, egli si rivolge al dottor Dalrymple, il quale è intento nella ricerca di una cura per l’isteria. Un sempre maggior numero di donne si dichiara affetta da tale malattia, spingendo le autorità mediche a studiare un rimedio a riguardo. Per Dalrymple la soluzione è una soltanto: un lungo massaggio manuale alle parti intime.

Granville si getta così nell’impresa di dimostrare, insieme al suo datore di lavoro, l’efficacia di tale teoria. Praticare tali massaggi, però, risulta estremamente faticoso, e non passa molto prima che il giovane medico inizi ad accusare un dolore alla mano, ritrovandosi così a non poter proseguire nel suo esercizio. Grazie al fratellastro inventore Edmund, egli inizia a sperimentare la possibilità di far eseguire il massaggio ad uno strumento elettrico. La scoperta si rivela sorprendente, e permetterà al giovane di entrare nelle grazie di Dalrymple. Stando a più stretto contatto con questi, Granville avrà modo di conoscere la sua bella figlia Charlotte, di cui si innamorerà profondamente. Prima di poter cantare vittoria, però, egli dovrà fare i conti con l’opposizione incontrata dal nuovo oggetto.

Hysteria cast

Hysteria: il cast del film

Per favorire un buon richiamo di pubblico al film, regista e produttori si sono assicurati la partecipazione di diversi celebri attori. Ad interpretare il protagonista Mortimer Gra\nville è infatti Hugh Dancy, noto per il film I Love Shopping e per la serie Hannibal. Accanto a lui, nel ruolo del dottor Dalrymple vi è invece Jonathan Pryce, recentemente nominato all’Oscar per il suo ruolo nel film I due papi. Le due figlie di questo, Emily e Charlotte, sono interpretate da Felicity Jones, nota per La teoria del tutto, e Maggie Gyllenhaal, celebre per Il cavaliere oscuro. L’attore Rupert Everett, invece, interpreta Edmund, fratellastro di Mortimer. Questi è di recente tornato al cinema con il film The Happy Prince – L’ultimo ritratto di Oscar Wilde, da lui diretto e interpretato.

Hysteria: la vera storia dietro al film

Tutt’oggi c’è molta confusione circa la vera storia dietro all’invenzione del vibratore. Quella proposta nel film è infatti una storia particolarmente romanzata, che tenta di dare unità ad una vicenda particolarmente frammentata e priva di reali prove storiche. La sceneggiatura di Hysteria è liberamente basata sul saggio storico The Technology of Orgasm, all’interno del quale si afferma che la pratica del massaggio genitale era particolarmente diffusa in medicina. Tuttavia, tale idea è stata in seguito smentita da diversi studi circa le reali pratiche dell’epoca. Il principale motivo dietro tale mancanza di credibilità è in particolare l’assenza di fonti certe a riguardo.

Il dottor Joseph Mortimer Granville, ad ogni modo, è una figura realmente esistita. Questi è vissuto tra il 1833 e il 1990, e intorno al 1880 inventò realmente quello che oggi è noto come il vibratore elettrico. Al momento della sua realizzazione, però, questo veniva utilizzato da Mortimer per curare dei semplici disordini muscolari. In seguito, l’oggetto iniziò ad essere utilizzato da altri medici per curare l’isteria, ma Mortimer si dissociò sempre da tale utilizzo. In un suo libro a riguardo, dove si spiegava il corretto funzionamento dell’oggetto, egli affermò infatti di non aver mai utilizzato tale pratica su una paziente donna, e anzi sconsigliava tale pratica, ritenendola inadatta alla cura di tale disturbo.

Hysteria: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Per gli appassionati del film, o per chi desidera vederlo per la prima volta, sarà possibile fruirne grazie alla sua presenza nel catalogo di alcune delle principali piattaforme streaming oggi disponibili. Hysteria è infatti presente su Rakuten TV, Google Play, Apple iTunes, Tim Vision e Amazon Prime Video. Per poter usufruire del film, sarà necessario sottoscrivere un abbonamento generale o noleggiare il singolo film. In questo modo sarà poi possibile vedere il titolo in tutta comodità e al meglio della qualità video, senza limiti di tempo. Il film è inoltre in programma in televisione per martedì 27 ottobre alle ore 21:15 sul canale Cielo.

Fonte: IMDb