se mi lasci ti cancello

Se mi lasci ti cancello ha un posto speciale nel cuore di ogni cinefilo. È una contorta commedia romantica che è il risultato del lavoro di due artisti altrettanto bizzarri, lo sceneggiatore Charlie Kaufman e il regista Michel Gondry. È un film curioso, magnificamente scritto, diretto ed interpretato. Insuperabile. Che lo vogliate recuperare, che vi vogliate rinfrescare la memoria, che siate ancora curiosi di saperne qualcosa di più, ecco quello che c’è da sapere su Se mi lasci ti cancello: la trama del film, dieci curiosità, le frasi migliori, il trailer e dove vederlo in streaming.

 
 

Se mi lasci ti cancello: trama

se mi lasci ti cancello

Qual’è la trama di Se mi lasci ti cancelloDopo una rottura dolorosa, Clementine (Kate Winslet) si sottopone ad una procedura volta a cancellare i ricordi del suo ex fidanzato Joel (Jim Carrey) dalla propria memoria. Quando Joel lo scopre, decide di sottoporsi alla stessa procedura e cancellare Clementine. Quando i ricordi di Joel cominciano progressivamente a svanire, Joel si rende conto di non volerla cancellare, nemmeno dai propri ricordi. Nella propria mente, allora, Joel lotta per contrastare il procedimento e conservare le proprie memorie.

Se mi lasci ti cancello

se mi lasci ti cancello

1. Ringraziate madre natura per il lago ghiacciato di Se mi lasci ti cancello. È diventata la scena più iconica del film, quella dove Jim Carrey e Kate Winslet sono stesi l’uno accanto all’altra su un lago ghiacciato, vicino ad una crepa nel giaccio. La sceneggiatura, per la scena, voleva ghiaccio e neve, e Gondry l’avrebbe eliminata se il tempo non fosse stato quello giusto. Fortunatamente, quell’anno ci fu un inverno gelido, e il lago si ghiacciò come speravano.

2. L’idea per Se mi lasci ti cancello viene da un artista francese amico di Gondry. L’artista Pierre Bismuth, infatti, compare nei titoli del film come coautore. In un’intervista, Gondry ne ha spiegato il perché: l’artista infatti ebbe l’idea delle lettere che avvisano le persone riguardo all’essere state cancellate dalla memoria di qualcuno. Voleva mandarle e studiare la reazione di chi le riceve, per un esperimento artistico. Ma l’artista accantonò poi il progetto, e Gondry lavorò con lui per costruire la storia del film, la cui sceneggiatura fu poi scritta da Charlie Kaufman. Per questo lavoro, i tre ottennero un Oscar per Migliore sceneggiatura originale nel 2005.

3. La maggior parte degli effetti visivi di Se mi lasci ti cancello sono stati fatti alla vecchia maniera. Ad un certo punto del film, c’è una scena del film dove Joel guarda se stesso durante il suo incontro con il dottor Mierzwiak. Vediamo Joel osservare la scena, poi una panoramica ci mostra il tavolo al quale i due sono seduti, e una panoramica ci porta di nuovo a Joel. Non c’è nessun effetto digitale nella scena: Jim Carrey è corso avanti e indietro dietro la macchina da presa, togliendosi e levandosi il cappello velocemente così da interpretare due versioni differenti di sé.

4. Nella sceneggiatura di Se mi lasci ti cancello, gli uffici di Lacuna dovevano essere nello stesso edificio di quelli di Essere John Malkovich. Così, per divertimento, ha raccontato Kaufman. Purtroppo la cosa era infattibile, e dovettero rinunciare.

5. La sceneggiatura originale cominciava cinquant’anni nel futuro. Cominciava con una signora anziana (che poi scopriamo essere Mary, il personaggio di Kirsten Dunst) alle prese con la pubblicazione di un manoscritto chiamato Eternal Sunshine of the Spotless Mind (che è anche il titolo originale di Se mi lasci ti cancello), che rivelava la verità su Lacuna. Alla fine, si scopriva che Mary lavorava ancora per Howard (ora molto, molto anziano), e che Clementine e Joel si erano fatti cancellare la memoria almeno 15 volte nel corso dei decenni.

6. I capelli coloratissimi di Clementine sono in realtà parrucche, non sono tinti. Kate Winslet era disposta a farsi colorare i capelli. Ma dato che il film non fu girato in sequenza, era impossibile affidarsi alla colorazione: soprattutto quando era necessario che avesse due colori diversi in una sola giornata di lavorazione. “Alcuni giorni, cominciavo con il rosso, all’ora di pranzo diventavo blue, e nel pomeriggio tornavo ad essere di nuovo rossa.” A quanto pare, la parrucca rossa era la sua preferita.

7. Gondry entrò in contatto con Nicolas Cage per Se mi lasci ti cancello. Gondry ha raccontato: “Ogni regista indipendente che voleva fare un film commerciale chiedeva a Nicolas Cage di prendere parte al film dopo Via da Las Vegas, ma lui ne faceva solamente uno su dieci.” Per fortuna non accettò: non avremmo avuto l’incredibile performance di Jim Carrey.

8. In una scena tagliata di Se mi lasci ti cancello, vediamo l’ex fidanzata di Joel, Naomi. Nel film, Joel nomina più di una volta la sua ex Naomi, con la quale viveva al tempo dell’incontro con Clementine. Ad un certo punto, prende in considerazione l’idea di rimettersi insieme a lei. Non compare nel film, ma il personaggio era, in realtà, in alcune scene della versione originale. Nel film, però, sentiamo la sua voce al telefono. Da chi è interpretata? Ellen Pompeo.

9. Tutti furono incoraggiati ad improvvisare in Se mi lasci ti cancello, tranne Jim Carrey. Il motivo? Il personaggio di Joel è molto riservato e poco spontaneo. La cosa ha frustrato Jim Carrey non poco, soprattutto quando tutti gli altri intorno a lui erano incoraggiati a lasciarsi andare e improvvisare. A quanto pare, Gondry era solito parlare ai due in due stanze separate, dicendo alla Winslet “lasciati andare, è una commedia!”, per poi andare da Carrey e dirgli “è un film drammatico, non una commedia.”

10. La marea in Se mi lasci ti cancello. Come hanno fatto a ricreare l’effetto della marea? Hanno costruito una casa sulla spiaggia, e hanno semplicemente lasciato che la marea entrasse.

Se mi lasci ti cancello: frasi

se mi lasci ti cancello

Charlie Kaufman è uno scrittore straordinario, non solo per l’abilità nel costruire storie intricatissime e fantasiose, ma anche per la capacità di cogliere la profondità dei sentimenti umani anche nelle cose più piccole. Ecco quindi alcune delle frasi di Se mi lasci ti cancello che non dimenticherete mai.

  • Perché mi innamoro di qualsiasi donna che mostri il minimo accenno di interesse per me?
  • All’inizio non riuscivo ad aprire bocca se c’eri tu, però volevo sembrarti intelligente.
  • Parlare in continuazione non significa comunicare.
  • Che spreco passare tanto tempo con una persona, solo per scoprire che è un’estranea.
  • Non è possibile: l’ho detto e già piango. I grandi non capiscono quanto ci si può sentire soli da bambini, come se tu non contassi. Io avevo 8 anni e avevo dei giocattoli, delle bambole. La mia preferita era una bambola brutta che io chiamavo Clementine e la sgridavo in continuazione: “non devi essere brutta, sii bella!” Che assurdità. Come se, potendo trasformare lei, potessi per magia cambiare me stessa.
  • Beati gli smemorati, perché avranno la meglio anche sui loro errori.
  • In questo momento potrei morire Clem, io mi sento così felice. Non avevo mai provato cosa fosse la felicità. Sono esattamente dove voglio essere.

Se mi lasci ti cancello: streaming

Dove guardare Se mi lasci ti cancello in streaming? Purtroppo, Se mi lasci ti cancello non è in streaming su Netflix. Per noleggiare il film e vederlo in streaming sembra che, per ora, l’unica possibilità sia quello di Chili TV.

Se mi lasci ti cancello: trailer

Fonti: Mental Floss