Steve Jobs film

Era difficile che un uomo visionario e rivoluzionario come Steve Jobs non venisse raccontato al cinema, e infatti nel giro di appena tre anni sono arrivati sul grande schermo ben due film a lui dedicati. Il primo, del 2013, è intitolato Jobs, ed è interpretato tdall’attore Ashton Kutcher. Il secondo, più riuscito ed apprezzato, è invece Steve Jobs, arrivato in sala nel 2015 per la regia di Danny Boyle, premio Oscar per The Millionaire, e scritto da Aaron Sorkin, che aveva già raccontato di un altro celebre innovatore informatico come Mark Zuckerberg in The Social Network. A dar volto al fondatore della Apple è qui l’attore Michael Fassbender.

 

Sorkin ha basato la propria sceneggiatura sulla biografia autorizzata Steve Jobs, scritta da Walter Isaacson e pubblicata nel 2011, nello stesso anno della scomparsa dell’imprenditore statunitense. Lo sceneggiatore, però, decise di non raccontare l’intera vita di questi, bensì di concentrarsi sul dietro le quinte di tre momenti fondamentali della sua vita. Distanti nello spazio e nel tempo, questi definiscono al meglio la personalità dell’inventore, permettendo un ingresso più intimo in questa e nella sua mente. Presentato in anteprima al Telluride Film Festival, Steve Jobs è stato accolto da pareri particolarmente positivi, che elogiano tanto la costruzione del racconto quanto le interpretazioni dei protagonisti.

Per dar vita alle tre sequenze del film, ambientate in anni diversi, il regista scelse inoltre di girare avvalendosi di pellicola 16mm, 35mm e infine del digitale. Ciò gli permise di sottolineare ulteriormente i progressi tecnologici di ripresa, merito anche delle innovazioni apportate da Jobs. Prima di intraprendere una visione di questo, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative al titolo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e alla vera storia dietro il film. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Steve Jobs: la trama del film

Ambientato rispettivamente nel 1984, nel 1988 e nel 1998, il film ripercorre la presentazione del primo Mac, il lancio di NeXT e il trionfale convegno durante il quale il mondo conobbe il primo iMac. Tre tappe fondamentali per Steve Jobs, attraverso cui arriva a definire il proprio genio e la propria fortuna. Nel dar vita agli istanti che precedono queste importanti rivelazioni al mondo, il racconto permette di entrare in contatto con lo Steve imprenditore e uomo, il quale passa dall’essere un brillante rivoluzionario ad un despota senza scrupoli, da padre reticente a persona fragile a causa di traumi passati. Accanto a lui, i collaboratori di sempre, Joanna Hoffman Steve Wozniak, lo aiuteranno a fondare il proprio impero.

Steve Jobs: il cast del film

Per interpretare il ruolo di Steve Jobs era originariamente stato considerato l’attore Christian Bale, giudicato perfetto per la parte. A pensarla così era anche Michael Fassbender, scelto come sostituto nel momento in cui Bale rinunciò al progetto. Fassbender ammise di essere stato a lungo nel dubbio se accettare o meno, non sentendosi all’altezza del collega. Affascinato dalla figura di Jobs, decise infine di vestirne i panni, conducendo lunghe ricercher per capirlo meglio. Fassbender, tuttavia, raccontò di aver cercato di dar vita ad un’interpretazione personale dell’inventore, non volendo finire con l’imitarlo. La sua performance fu infine così apprezzata da portarlo a guadagnare una nomination all’Oscar come miglior attore.

Accanto a lui, si ritrova Seth Rogen nei panni di Steve Wozniak. Per interpretare questi, l’attore ha speso diverso tempo in compagnia di questi, al fine di conoscerlo e capirlo meglio. Prima di prendere parte al progetto, infatti, non aveva idea di chi fosse Wozniak. La premio Oscar Kate Winslet recita invece nel ruolo di Joanna Hoffman, da lei ardentemente desiderato. Venuta a sapere del progetto, infatti, si è subito messa in contatto con Boyle, dimostrandogli di essere l’interprete giusta per la parte. La Winslet ha infine ottenuto una nomination come miglior attrice non protagonista per la sua performance. Nel film sono poi presenti gli attori Jeff Daniels nei panni di John Sculley, CEO della Apple, Katherie Waterstone in quelli della ex fidanzata di Jobs, e Michael Stuhlbarg in quelli dell’ingegnere Andy Hertzfeld.

Steve Jobs: le differenze tra il film e la vera storia

Pur basandosi sulla biografia autorizzata di Jobs, il film si prende necessariamente alcune libertà, che portano a stravolgere alcuni degli eventi raccontati. Tali modifiche alla realtà, infatti, hanno permesso agli autori di far trasparire in modo più chiaro per il cinema la personalità del protagonista. La scena d’apertura, ambientata nel 1984, dove si ritrova uno Jobs furioso poiché il Macintosh non pronuncia la parola “ciao”, non è infatti mai avvenuta. Il rapporto che il protagonista intrattiene lì con gli altri personaggi permette però di far fuoriuscire alcuni difetti caratteriali di questi. Allo stesso modo, il rapporto presentato tra Jobs e la figlia Lisa Brennan, di cui l’inventore aveva rifiutato la paternità, viene qui raccontata in maniera più edulcorata e sentimentale. Nella realtà, Jobs si riavvicinò alla figlia in maniera differente.

Allo stesso modo, molto diverse sono le vicende relative al lancio del computer NeXT. Contrariamente a quanto avviene nel film, infatti, la Apple non ha sporto denuncia nei confronti di Jobs al momento della promozione del suo nuovo computer, bensì anni prima. Particolarmente rimaneggiato è inoltre il rapporto di Jobs con Wozniak, e molte delle scene che li vedono qui protagonisti non sono mai avvenute. Ugualmente, quasi nessuno dei dialoghi presenti nel film è mai avvenuto. Il film, infatti, è estremamente poco attinente alla realtà degli eventi narrati. Come anticipato, però, l’interesse di Sorkin era quello di utilizzare tre momenti chiave per tentare di raccontare una personalità, anche a costo di tradire l’effettivo svolgimento degli eventi. Ciò non rende però meno godibile il film, che anzi risulta essere particolarmente brillante nella rappresentazione del protagonista.

Steve Jobs: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Steve Jobs grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di sabato 30 gennaio alle ore 21:00 sul canale Iris.

Fonte: IMDb, HistoryVsHollywood