Christopher Nolan ha realizzato, con Interstellar, l’ennesima opera discusso, amata e odiata dagli spettatori di tutto il mondo, che a due settimane dall’uscita, ancora ne parlano con animazione.

L’articolo contiene spoiler

Il regista ha parlato con The Daily Beast del film, del finale che ha scelto e del personaggio di Matt Damon, il Dottor Mann, uno scienziato, un uomo, che rappresenta lo spirito di sopravvivenza nella sua maniera più violenta e primordiale.

Christopher Nolan a proposito delle motivazioni di Mann: E’ molto semplice: l’egoismo e la viltà sono molto umani e mi piace quello che Matt ha fatto con queste due cose, vi ha trovato la realtà. E’ il tipo di sequenza in cui si detesta il ragazzo perché sta facendo qualcosa che chiunque potrebbe fare in una situazione simile. E’ molto logico, ma la razionalizzazione di essa è straordinaria, il modo in cui è stato in grado di razionalizzare la propria codardia in una cosa positiva. La solitudine e la disperazione ci fanno fare cose folli. – [Mann] non è esattamente pazzo. E’ stranamente logico, ma terribilmente egoista. L’unico risultato alla missione per lui era [una colonia]. Penso che qualcosa di cui abbiamo parlato molto, ed è qualcosa che si dice nel pellicola, è che non vi era alcun dubbio nella sua mente che il suo sarebbe stato il pianeta, la sua sarebbe stata la missione. Quindi qualunque fosse il rischio si sentiva molto sicuro di sé e quando è di fronte alla realtà desolante di morire là fuori..solo, tutto inizia a svelarsi.

Quando però vengono chieste a Nolan spiegazioni sul finale del film, il regista è irremovibile: Assolutamente no! Quello che dovete fare è guardarlo di nuovo. Le persone hanno sempre interpretazioni radicalmente diverse delle cose che ho messo nel film, ma so quello che penso e non mi piace avere più validità dell’esperienza che avrete nel guardarlo.

Forse proprio per questa necessità di vedere il film più volte, negli USA è disponibile il biglietto illimitato, che permette di vedere il film più volte.

Dal celebrato regista Christopher Nolan (la serie di “The Dark Knight”, “Inception”), Interstellar vede come interpreti il premio Oscar Matthew McConaughey (“Dallas Buyers Club”), il premio Oscar Anne Hathaway (“Les Miserables”), la candidata all’Oscar Jessica Chastain (“Zero Dark Thirty”), Bill Irwin (“Rachel Getting Married”), il premio Oscar Ellen Burstyn (“Alice Doesn’t Live Here Anymore”) ed il premio Oscar Michael Caine (“Le regole della casa del sidro”). Il cast principale include anche Wes Bentley, Casey Affleck, David Gyasi, Mackenzie Foy e Topher Grace.

La trama: Quando i nostri giorni sulla Terra stanno per giungere al termine, un team di esploratori dà il via alla missione più importante nella storia dell’uomo: un viaggio attraverso la galassia per scoprire se l’uomo potrà avere un futuro tra le stelle.

Diretto da Christopher Nolan, il film è stato sceneggiato da Jonathan Nolan e Christopher Nolan. Emma Thomas, Christopher Nolan e Lynda Obst hanno prodotto Interstellar con Jordan Goldberg, Jake Myers, Kip Thorne e Thomas Tull come produttori esecutivi. Il team creativo dietro la macchina da presa del film di Nolan, è stato guidato dal direttore della fotografia Hoyte Van Hoytema (“Her”), lo scenografo candidato all’Oscar Nathan Crowley (“The Dark Knight”), il montatore candidato all’Oscar Lee Smith (“The Dark Knight”) e la costumista candidata all’Oscar Mary Zophres (“Il Grinta”). La colonna sonora è stata composta dal premio Oscar Hans Zimmer (la trilogia di “The Dark Knight” “Il Re leone”).