Dopo le parole rassicuranti di Sean Gunn il fronte a favore di Guardiani della Galassia 3 continua con forza la sua “battaglia” personale: nelle ultime ore è arrivato in soccorso del film anche Chris Pratt, figura molto attiva del gruppo di sostegno di James Gunn dopo il licenziamento del regista da parte della Disney e il conseguente stop della produzione, che in un’intervista con Variety ha dichiarato:

Prometto che ci sarà un terzo film, non so esattamente come sarà, ma so che tutti quelli coinvolti sono desiderosi di dare ai fan ciò che vogliono e determinati a concludere la trilogia in modo significativo.”

Evidentemente i piani sul progetto sono ancora vivi alla Marvel. Sappiamo che una sceneggiatura esiste (quella firmata da Gunn) e che tutto il cast è disponibile a tornare nei rispettivi ruoli (tranne forse Dave Bautista, come segno di protesta), dunque è possibile che Kevin Feige e co. stiano soltanto aspettando di trovare la persona giusta che possa subentrare al posto del regista uscente.

Proprio l’altro giorno Sean Gunn, fratello di James, aveva spiegato che al momento “Non so cosa sta succedendo riguardo Guardiani 3, ma lo faremo e capiremo più in avanti come muoverci…forse ci vorranno due anni in più, ma ci arriveremo“.

Guardiani della Galassia Vol.3: Karen Gillan conferma l’esistenza dello script

Tempo fa era stato lo stesso Sean, che nel franchise interpreta Kraglin e fornisce anche la motion-capture di Rocket Raccoon, a confermare che i Marvel Studios avrebbero voluto usare la sceneggiatura firmata dal fratello:

“Non conosco i dettagli precisi relativi a Guardiani 3. So che la Disney vuole ancora fare il film. So anche che hanno tutte le intenzioni di utilizzare la sceneggiatura che ha scritto mio fratello. Ovviamente, quella è stata una situazione molto spiacevole per tutti, soprattutto per lui, ma per esempio anche per me, passo sei mesi a preparare un film, e adesso sono in sospeso.”

Leggi anche:

Guardiani della Galassia Vol. 3: lo stop avrà conseguenze su Avengers 4?

Fonte: Variety