furiosa

Dopo l’annuncio ufficiale, Anya Taylor-Joy ha commentato il suo casting nei panni della giovane Furiosa, spiegando che la sua interpretazione del personaggio nel prequel di Mad Max sarà diversa dalla rappresentazione originale di Charlize Theron in Fury Road.

 
 

Il regista australiano George Miller ha lanciato il franchise di Mad Max in forma di trilogia nel 1979, con Mel Gibson nei panni di “Mad” Max Rockatansky, un violento agente di polizia che cerca di abbattere una banda di motociclisti e proteggere la sua famiglia nella distopica Australia. I temi post-apocalittici di quei primi film e le immagini delle terre desolate sono radicati nella cultura popolare, mentre Miller ha sdoganato il paesaggio australiano in tutto il mondo, con quei film.

Il franchise ha visto uscire un altro capitolo nel 2015, e non si è trattato di un film qualsiasi, ma del travolgente e adrenalinico Mad Max: Fury Road, che ha visto Tom Hardy sostituire Mel Gibson come eroe del titolo. Ma questa volta Max è dolo la star di facciata, poiché il film si concentra principalmente sugli sforzi dell’Imperatrice Furiosa (interpretata da Charlize Theron) per far fuggire cinque donne che vengono usate come femmine da riproduzione dal tirannico leader Immortan Joe.

Fury Road è stato un successo clamoroso, ha incassato oltre 374 milioni di dollari in tutto il mondo, vincendo sei Premi Oscar, diventando uno dei migliori film degli anni ’10 e ora godendo di un prequel che indagherà l’origine di Furiosa, con Anya Taylor-Joy che reciterà al fianco di Chris Hemsworth e Yahya Abdul-Mateen II.

Ospite nel podcast Happy Sad Confused, Taylor-Joy ha discusso della sua eccitazione e ansia per l’interpretazione dell’ormai iconica Furiosa nel prequel di Miller. Ha spiegato come intende adottare un approccio diverso al personaggio dal momento che le prestazioni di Charlize Theron in Mad Max: Fury Road sarebbero impossibili da eguagliare:

“Mi sono innamorato di Furiosa, del modo in cui Charlize l’ha presentata. Ha fatto un lavoro così incredibile ed è stato così bello e non riesco nemmeno a pensare di provare a mettermi nei suoi panni. Deve essere qualcosa di diverso perché non può essere fatto allo stesso modo.”