Martin Scorsese The Irishman

È cosa ormai nota che Martin Scorsese non sia un grande fan dei cinecomic, e nonostante Emma Tillinger Koskoff (storica partner produttiva del regista in pellicole quali The Wolf of Wall Street, Silence e il più recente The Irishman) sia stata coinvolta nella produzione del più grande cinecomic della passata stagione cinematografia, ossia Joker, sembra che Scorsese non abbia particolare interesse nel vedere il film.

 

Joker di Todd Phillips contiene numerosi riferimenti alla filmografia di Martin Scorsese (soprattutto a titoli come Taxi Driver e Re per una notte) e si appresta a diventare uno dei grandi protagonisti della stagione dei premi. Eppure il leggendario regista – che un tempo avrebbe dovuto produrre il film – non sembra così ansioso di vederlo. In una recente intervista con il New York Times, infatti, è stato lo stesso Scorsese a dichiarare: “Ho visto soltanto alcune clip del film. Conosco Joker, perciò mi chiedo: ‘Perché dovrei guardarlo?’. Va bene così.”

Già in passato Martin Scorsese aveva avuto modo di parlare di Joker e dei motivi che lo avevano spinto a svincolarsi dal progetto in qualità di produttore. Vi riportiamo di seguito le dichiarazioni dell’epoca, perché aiutano a comprendere meglio il vero significato di quanto espresso di recente dal regista in merito alla sua volontà di guardare il film: “Conosco molto bene il film. Conosco molto bene il regista Todd Phillips. La mia produttrice Emma Tillinger Koskoff, l’ha prodotto. Ci ho pensato molto negli ultimi quattro anni e ho deciso che non avevo tempo per farlo. Non sono stato coinvolto per motivi personali, ma conosco molto bene la sceneggiatura. Ha una vera energia e Joaquin… beh, ha fatto un lavoro straordinario.”

LEGGI ANCHE – Martin Scorsese trollato dalla figlia sulla questione Marvel

Joker diretto da Todd Phillips vede nel cast Joaquin PhoenixZazie BeetzFrances ConroyBrett CullenDante Pereira-OlsonDouglas Hodge e Josh Pais ed è arrivato nelle sale il 4 ottobre 2019. Contrariamente alle altre apparizioni del personaggio nei Batman di Tim Burton, nella trilogia del Cavaliero Oscuro di Christopher Nolan e in Suicide Squad, il film è ambientato negli anni Ottanta e racconta l’evoluzione di un uomo ordinario e la sua trasformazione nel criminale che tutti conosciamo.

Da sempre solo in mezzo alla folla, Arthur Fleck (Joaquin Phoenix) desidera ardentemente che la luce risplenda su di lui. Cercando di cimentarsi come comico di cabaret, scopre che lo zimbello sembra invece essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia, crudeltà e, in definitiva, tradimento, Arthur prenderà una decisione sbagliata dopo l’altra, provocando una reazione a catena di eventi.