Il laboratorio su Exegol di Palpatine in Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è stato creato da antichi alieni e, probabilmente, la sua realizzazione è anteriore allo stesso Impero Sith. La galassia credeva che l’Imperatore Palpatine fosse stato ucciso nel corso della Battaglia di Endor alla fine de Il Ritorno dello Jedi, ma ne L’Ascesa di Skywalker hanno scoperto di essersi sbagliati.

 
 

Darth Sidious aveva in qualche modo sconfitto la morte, il suo spirito viveva all’interno di un corpo/clone sull’antico pianeta deserto Exegol, nascosto nelle profondità delle Regioni Ignote. Exegol è un pianeta di cui la mitologia di Star Wars sta a poco a poco rivelando la storia. Secondo il romanzo basato su Episodio IX, un tempo Exegol era un tempio fertile che è stato poi rovinato dai Sith.

Adesso, grazie alla pubblicazione “Dark Legends” di George Mann, che raccoglie tutta una serie di affascinanti leggende riguardanti la galassia, sono emersi ulteriori dettagli sul pianeta in cui Palpatine si è nascosto per tutto questo tempo. Nello specifico, è una storia presenta all’interno della raccolta, e intitolata “A Life Immortal”, a descrivere il pianeta e i suoi laboratori segreti in maniera piuttosto accurata.

“A Life Immortal” è la storia di uno dei primi Sith, conosciuto come Darth Noctyss, un temibile Signore che ha cercato di conquistare la galassia, ma consumato dalla sua ossessione nei confronti dell’idea di vita eterna. A lungo Darth Noctyss ha cercato il segreto dell’immortalità, fino a quando le sue ricerche non lo hanno condotto su Exegol. Nel libro si legge: “Exegol è un luogo degradato. La sua atmosfera è carica di violente tempeste elettriche e la sua superficie è devastata dagli scavi effettuati dai Sith. Nelle profondità del pianeta, tuttavia, Noctyss ha trovato prove del crollo di una cittadella con imponenti statue da tempo deserta… o almeno, così pensava.”

La genesi del laboratorio di Palpatine su Exegol in Star Wars IX

Palpatine si insediò nella stessa struttura millenni dopo: nel libro viene specificato che non sono stati i Sith a costruire quel luogo, ma soltanto che lo hanno scoperto. Ne fecero un nuovo luogo in cui poter agire nell’ombra, costruendo monumenti ai più grandi Signori dei Sith, ma non furono loro i primi a costruirlo.

Sembra che il complesso laboratorio sepolto nelle profondità di Exegol sia stato costruito da un antico Sith, vale a dire Darth Sanguis, il primo Signore dei Sith a viaggiare su Exegol per sconfiggere la morte. Sanguis ha imparato un rituale sinistro che gli avrebbe garantito l’immortalità, ma che al tempo stesso è stato trasformato in una creatura contorta, simile a Gollum.

Ignaro dei rischi, Darth Noctyss ripeté i rituali di Darth Sanguis e prese il suo posto come Gollum su Exegol. In base a quanto spiegato nel romanzo, è possibile che i cloni di Snoke ad opera di Palpatine fossero basati su vecchi esperimenti che ha scoperto quando ha scoperto da solo Exegol.

Lucasfilm e il regista J.J. Abrams uniscono ancora una volta le forze per condurre gli spettatori in un epico viaggio verso una galassia lontana lontana con Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, l’avvincente conclusione dell’iconica saga degli Skywalker, in cui nasceranno nuove leggende e avrà luogo la battaglia finale per la libertà.

Il cast del film comprende Carrie Fisher, Mark Hamill, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Anthony Daniels, Naomi Ackie, Domhnall Gleeson, Richard E. Grant, Lupita Nyong’o, Keri Russell, Joonas Suotamo, Kelly Marie Tran, con Ian McDiarmid Billy Dee Williams.