Una delle più grandi svolte narrative di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker riguarda il legame di parentela tra il personaggio di Rey e quello dell’Imperatore Palpatine, svolta che non tutti i fan hanno apprezzato. Neanche la decisione del personaggio di assumere, alla fine del film il cognome “Skywalker” è stata presa molto bene da una certa fetta di pubblico, ma a quanto pare i piani iniziali per il destino dell’eroina erano molto diversi.

 
 

Ospite dello show di Jimmy Kimmel, è stata proprio Daisy Ridley – interprete di Rey nella trilogia sequel della saga di Star Wars – a confermare che inizialmente l’idea era quella di legare in qualche modo il suo personaggio a quello di Obi-Wan Kenobi. “All’inizio la Lucasfilm stava accarezzando l’idea di un collegamento con Obi-Wan. Ci sono state diverse versioni circa le origini di Rey. Poi, ad un certo punto, è diventata semplicemente figlia di nessuno.”

In realtà, voci del genere erano circolate ancor prima dell’uscita nelle sale de Il Risveglio della Forza, mentre il piano di rendere Rey figlia di “nessuno” è stato reso ufficiale con Gli Ultimi Jedi di Rian Johnson. È interessante notare come l’idea di imparentare Rey con Palpatine fosse in continua evoluzione, e probabilmente la decisione finale è stata presa già quando il film era entrato ufficialmente in produzione, come fatto intuire anche dalla stessa attrice. “Siamo arrivati all’Episodio IX. J.J. mi aveva proposto il film e aveva detto: ‘Sì, Palpatine sarà tuo nonno’. Ed io esclamai: ‘Fantastico’. Poi, due settimane dopo, aveva cambiato di nuovo idea: ‘Non ne siamo davvero sicuri…’. È andata avanti così per un po’. Quindi, anche mentre stavamo girando, non ero sicura di quale sarebbe stato il suo destino.”

Daisy Ridley sul futuro di Rey nella saga di Star Wars

Naturalmente, nel corso dell’intervista è stato chiesto all’attrice della possibilità di tornare nei panni di Rey, ma Ridley non è stato in grado di fornire una risposta definitiva. L’attrice è ancora molto legata al personaggio ed è chiaro che le piacerebbe tornare ad interpretarlo, ma al tempo stesso è consapevole che L’Ascesa di Skywalker abbia ufficialmente chiuso il suo arco narrativo.

Lucasfilm e il regista J.J. Abrams uniscono ancora una volta le forze per condurre gli spettatori in un epico viaggio verso una galassia lontana lontana con Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, l’avvincente conclusione dell’iconica saga degli Skywalker, in cui nasceranno nuove leggende e avrà luogo la battaglia finale per la libertà.

Il cast del film comprende Carrie Fisher, Mark Hamill, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Anthony Daniels, Naomi Ackie, Domhnall Gleeson, Richard E. Grant, Lupita Nyong’o, Keri Russell, Joonas Suotamo, Kelly Marie Tran, con Ian McDiarmid Billy Dee Williams.