star wars

Alcuni giorni fa vi abbiamo riportato la notizia secondo la quale il romanzo basato su Star Wars: L’Ascesa di Skywalker (in arrivo negli Stati Uniti prossimamente) confermerebbe che il Palpatine che abbiamo visto sul grande schermo nel film di J.J. Abrams era in realtà un clone del “vero” Signore Oscuro dei Sith.

 

Adesso, come rivelato dal supervisore agli effetti visivi Roger Guyett in una recente intervista con Cinefex (via Comicbook), Abrams aveva intenzione di introdurre la versione “clone” dell’Imperatore già ne Il Risveglio della Forza, primo episodio della trilogia sequel e settimo dell’intera saga.

“Ian McDiarmid è stato una parte importantissima dei film originali. J.J. voleva riportarlo in Episodio VII per rivelare che Palpatine non era stato completamente distrutto. Aveva creato un suo clone e, con l’aiuto dei lealisti Sith, si ricostruì in uno stato frammentato e instabile. Quando Kylo lo incontra, Palpatine non è ancora completamente formato, si affida a tubi e macchinari, muovendosi in questo laboratorio Sith grazie ad un meccanismo progettato da Kevin Jenkins. Ha lo spirito dei Sith, ma è intrappolato all’interno di un corpo che è incompleto.”

Parallelamente alle rivelazioni di Guyett, è emerso che anche in una prima versione della sceneggiatura di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker doveva essere rivelato che Palpatine era in realtà un clone. A parlarne, come riportato da @senatesidious (via ScreenRant), è stato proprio Ian McDiarmid (lo storico interprete dell’Imperatore) durante una recente apparizione alla convention del C2E2 di Chicago:

“Ad un certo punto, nella sceneggiatura c’era scritto – in quella prima scena, con Adam [Driver, che interpreta Kylo Ren] quando dice, ‘Sei un clone’. E io dicevo, in quella prima versione dello script, che non esiste più: ‘Più di un clone. Meno di un uomo’.”

LEGGI ANCHE – Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, tagliato un collegamento con Darth Vader

Lucasfilm e il regista J.J. Abrams uniscono ancora una volta le forze per condurre gli spettatori in un epico viaggio verso una galassia lontana lontana con Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, l’avvincente conclusione dell’iconica saga degli Skywalker, in cui nasceranno nuove leggende e avrà luogo la battaglia finale per la libertà.

Il cast del film comprende Carrie Fisher, Mark Hamill, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Anthony Daniels, Naomi Ackie, Domhnall Gleeson, Richard E. Grant, Lupita Nyong’o, Keri Russell, Joonas Suotamo, Kelly Marie Tran, con Ian McDiarmid Billy Dee Williams.

Diretto da J.J. Abrams e prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan, Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è scritto da J.J. Abrams e Chris Terrio, mentre Callum Greene, Tommy Gormley e Jason McGatlin sono i produttori esecutivi.

CORRELATE: