Oscar Isaac

Circa vent’anni fa, in occasione del Festival di Cannes, Francis Ford Coppola annunciò l’intenzione di realizzare Megalopolis, film ambientato a New York che racconterà del sogno di un architetto di creare un’utopia. A causa degli attentati dell’11 settembre 2001, Coppola si vide costretto ad accantonare momentaneamente il progetto, nonostante avesse già girato alcune scene di seconda unità.

Ora, come annunciato da un lungo report di Deadline, il celebre regista, classe 1939, non ha alcuna intenzione di rinunciare all’ambizioso progetto: al contrario, sarebbe pronto a finanziarlo in prima persona (il budget dovrebbe aggirarsi tra i 100 e i 120 milioni di dollari) e avrebbe già iniziato a discuterne con alcuni nomi di punta di Hollywood. La fonte spiega, infatti, che Coppola ha discusso di possibili ruoli con Oscar Isaac, Forest Whitaker, Cate Blanchett e Jon Voight, e che tra gli attori che starebbe valutando ci sarebbero anche Zendaya, Michelle Pfeiffer e Jessica Lange.

Inoltre, nel film potrebbe recitare anche James Cann, che tornerebbe così ad essere diretto da Coppola a quasi cinquant’anni dall’uscita de Il padrino, dove ha interpretato il ruolo di Santino “Sonny” Corleone, primogenito di Don Vito Corleone, grazie al quale ottenne una nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista. Dopo l’esperienza de Il padrino, Caan venne diretto nuovamente da Coppola in Giardini di pietra del 1987.

Francis Ford Coppola ha descritto Megalopolis come  un’epopea romana simile a Ben-Hur, ma ambientata nella moderna New York City. “Mi sto impegnando per cercare di realizzare questo film. Mi piacerebbe iniziare a girare nell’autunno del 2022”, ha spiegato il regista. “Il cast che vorrei non è ancora stato approvato, soltanto alcuni di loro. Ma sono abbastanza per garantire che sarà un film con un cast davvero emozionante. Costerà tra i 100 milioni e i 120 milioni di dollari. Inutile dire che spero che sia più vicino ai 100 milioni. Sono pronto a finanziarlo di tasca mia.”

Coppola non dirige un film dal 2011, anno di uscita di Twixt con protagonista Val Kilmer. Oltre alla trilogia de Il padrino, il regista di origini italiane è noto anche per altri incredibili film quali La conversazione, Apocalypse Now e Dracula di Bram Stoker.