Venom 2

Quando è stato annunciato che Andy Serkis avrebbe preso il timone di Venom: La furia di Carnage, la stragrande maggioranza dei fan si aspettava che l’attore e regista portasse la sua esperienza con la tecnica del motion capture nel sequel. In realtà, le cose sono andate diversamente, dal momento che sia ​​Venom che Carnage sono stati portati in vita, nel film, principalmente attraverso la CGI.

“Ho trascorso gran parte della mia vita interpretando un personaggio alle prese con i due lati della sua personalità”, ha spiegato Serkis in una nota di produzione ufficiale (via Reddit). “Sapevo che questo film si sarebbe focalizzato su come liberare Tom per immaginare la presenza di Venom. Sapevamo che non sarebbe stato utile per lui recitare di fronte a un uomo in giacca e cravatta, perché Venom è un simbionte che proviene da lui. Volevamo dare a Tom, durante la lavorazione, quella libertà che gli permettesse i dare la performance che voleva.”

Nonostante ciò, Serkis ha comunque usato la sua esperienza con il mo-cap “come strumento per trovare la fisicità dei personaggi”. Alla fine, la performance di Tom Hardy è stata fondamentale nel modo in cui Venom è stato portato in vita, ma per quanto riguarda Carnage? Si tratta di un simbionte molto diverso e, all’inizio, il regista si è servito del mo-cap per portarlo sul grande schermo.

“A differenza di Venom, Carnage non doveva necessariamente essere bipede. Può muovere i suoi tentacoli in modi diversi”, ha spiegato Serkis. “Ho lavorato con molti ballerini allo studio Imaginarium per trovare modi interessanti per fare muovere quel personaggio, come se stessimo prendendo l’energia di Venom e la stessimo spostando, muovendoci in modi davvero interessanti, più guidati e contorti da un punto di vista psicologico. È stato fantastico aver avuto l’opportunità di lavorare con la performance capture per costruire una base del personaggio e trovare un vocabolario fisico per il modo in cui sarebbe stato effettivamente Carnage.”

Quello che sappiamo su Venom: La furia di Carnage

Tom Hardy ritorna sul grande schermo nel ruolo del “protettore letale” Venom, uno dei personaggi Marvel più enigmatici e complessi. In Venom: La furia di Carnage assisteremo allo scontro tra il simbionte e Cletus Kasady, aka Carnage, uno degli antagonisti più celebri dei fumetti su Spider-Man, interpretato da Woody Harrelson.

Nel cast del sequel anche Michelle Williams (Fosse/Verdon) nei panni di Anne Weying, Naomie Harris (No Time to Die) nei panni di Shriek e l’attore inglese Stephen Graham (Boardwalk Empire, Taboo). Il film uscirà in autunno al cinema.