Cinecomic: le cinque migliori interpretazioni del 2018

886

La storia del cinecomic recente ci ha insegnato che tutti possono interpretare un personaggio dei fumetti dotato di superpoteri. Ma c’è chi, meglio di altri, riesce a portare sul grande schermo la bellezza delle figure di carta e inchiostro che affollano le pagine dei fumetti. In un anno particolarmente pieno di titoli che hanno arricchito il genere, ecco le cinque migliori interpretazioni in cinecomic per il 2018 (qui i cinque peggiori).

5Jake Johnson – Peter B. Parker

Quando è stato rivelato che Jake Johnson sarebbe stato la voce di Peter Parker in Spider-Man: Un Nuovo Universo, c’è stata un po’ di incredulità, soprattutto per chi conosceva l’attore solo per il suo ruolo di Nick in New Girl.

Tuttavia, Johnson è stato a dir poco spettacolare nel ruolo e ha regalato una vera profondità a Peter B. Parker, rendendo questa versione più vecchia dell’errampica muri uno dei migliori in assoluto per il grande schermo. Nei panni di uno Spider-Man che ha fatto l’eroe per oltre venti anni, Johnson ci ha offerto uno sguardo su come potrebbe apparire il futuro di Spidey in un modo davvero sorprendente.

Lo ha fatto mentre rendeva il personaggio sia riconoscibile che estremamente simpatico, qualcosa che non può essere stato facile vista la pessima prospettiva che questo personaggio ha sul mondo dopo aver attraversato un sacco di esperienze dolorose.

Indietro