Inception e gli altri: quando il film necessita di una seconda visione

I film raramente reggono il confronto con le molteplici visioni, ma in alcuni casi ci sono dei titoli che necessitano assolutamente di essere visti almeno una seconda volta.

1314

Rispetto al passato, oggi il pubblico sa cosa aspettarsi bene o male da un film. E così Hollywood e l’industria cinematografica devono impegnarsi ancora di più per offrire qualcosa che sia davvero in grado di colpire l’attenzione dello spettatore, magari lasciandolo turbato alla fine della visione, con più domande che risposte. In genere, un film palesa fin da subito quali sono i suoi intenti narrativi, quali siano le motivazioni dei personaggi e dove la trama voglia andare a parare. Ovviamente, ci sono le dovute eccezioni. Molti film, infatti, oltre ad affascinare il pubblico, risultato particolarmente intricati, riempiendo le menti dello spettatore di teorie, ipotesi e speculazioni. Screen Rant ha raccolto 15 celebri pellicole che meritano almeno una seconda visione per essere comprese appieno:

15Akira

 

Molti anime giapponesi sono carichi di simbolismi e molti di essi richiedono ripetute visioni per poterli apprezzare appieno. Il più famoso di questo gruppo è senza dubbio il famosissimo Akira, che ha influenzato tutti, da James Cameron alle sorelle Wachowski. Basato sul manga omonimo, racconta la storia di un giovane membro di una banda di motociclisti che vive in una Tokyo futuristica e distopica che improvvisamente sviluppa spaventosi poteri psichici e telecinetici.

Una prima visione di Akira lascerà la maggior parte degli spettatori sbalorditi. Solo attraverso le ripetute visioni, gli strati narrativi iniziano a districarsi abbastanza da consentire di comprendere appieno cosa sta accadendo. L’obiettivo finale è comprendere la sequenza finale e le parole “Io sono Tetsuo”, oggetto di dibattito da decenni.

Indietro