The Amazing Spider-Man 3 e Sinister Six: dieci cose che non sapete sui film mai realizzati

Con l'hashtag #MakeTASM3 in tendenza in tutto il mondo, riscopriamo assieme dieci cose che non avete mai saputo sul fantomatico The Amazing Spider-Man 3 e lo spinoff Sinister Six che doveva seguirlo!

5479

Il franchise di The Amazing Spider-Man non è durato a lungo, con solo due film approdati nelle sale prima che la Sony staccasse la spina alla serie. Il personaggio di Peter Parker è poi però stato riavviato nel MCU – una sorpresa gradita, ma comunque abbastanza sconcertante quando tutti i fan pensavano che Sony avesse dei piani così ambiziosi per l’eroe. Un terzo e un quarto film, insieme a spinoff sui Sinistri Sei e Venom, si diceva fossero tutti in lavorazione. Non è mai stato rivelato nulla su The Amazing Spider-Man 4, ma molti dettagli sorprendenti sono trapelati online sul trequel scartato e sul team-up guidato dai cattivi.

Anche se nessun fan sta veramente piangendo la perdita di questa serie, è ancora interessante volgere lo sguardo a ciò che avrebbe potuto essere, specialmente quando alcuni dei piani più bizzarri della Sony includevano una Gwen Stacy posseduta da Carnage, un Sandman gigante, e un possibile crossover con il MCU. Spider-Man: No Way Home ha appena rivisitato questo franchise, quindi quale momento migliore per vedere assieme quale sarebbe stato il futuro dello Spider-Man interpretato da Andrew Garfield? #MakeTASM3 è stato un hashtag in tendenza su Twitter questa settimana, con i fan che sperano che la Sony prenderà in considerazione il completamento della visione di Marc Webb per l’arrampica-muri.

9Norman Osborn ritorna

 

Norman Osborn è morto in The Amazing Spider-Man 2, mettendo quindi Harry Osborn sulla strada per diventare il successivo Green Goblin. Si trattava di una nuova direzione intrapresa dai personaggi, dato che nei fumetti è sempre stato Norman a rivestire i panni del goblin. Tuttavia, i piani futuri per la versione di Chris Cooper di questo iconico villain erano differenti.

In una scena tagliata dal sequel, doveva essere rivelato che Gustav Friers conservava la testa di Norman nella Oscorp pianificando di riportarlo indietro dal regno dei morti. Come avrebbe dovuto svilupparsi poi un corpo per il villain non è chiaro, anche se si è accennato ad altri mezzi attraverso cui avrebbe potuto portare a compimento questa “resurrezione”. Ne parleremo più avanti, ma è probabile che questo Goblin assomigli alla sua controparte Ultimate.